Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Il Ministero ha fatto sapere che a conclusione della procedura di gara avviata il 02/05/2016, la frequenza coordinata per il servizio televisivo digitale terrestre CH 58 UHF, disponibile nella regione Marche, non è stata aggiudicata ad alcun operatore di rete.
Per conseguenza, il dicastero ha proceduto all’adozione di un secondo bando per l’assegnazione dei diritti d’uso di tale frequenza. Le domande di partecipazione a questa seconda procedura dovranno essere redatte secondo le modalità espresse nel nuovo bando del 29/09/2016 e dovranno pervenire al Ministero entro il 20/10/2016. (...)
Luca Svizzeretto, giornalista del quotidiano Nuovo Oggi e speaker dell'emittenza locale capitolina è morto a soli 38 anni a causa di complicazioni dovute alla malattia di Crohn.
Ieri, su disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Caserta ha eseguito un ordine di sequestro preventivo a carico della società a responsabilità limitata Teleluna due e dei suoi due amministratori pro tempore.

Il Tribunale di Pisa ha omologato i concordati preventivi presentati da Publiaudio srl e Radio Valdera srl, carrier di importanti contenuti radiofonici (prevalentemente della Mediahit srl, titolare dei format e dei marchi associati).

Secondo i dati dell'Osservatorio FCP-Assoradio (FCP-Federazione Concessionarie Pubblicità) la radio ha registrato anche nel mese di agosto un trend positivo nella raccolta pubblicitaria nazionale, segnatamente del +7% rispetto al 2015.
Periodo di magra per la televisione a pagamento nel vecchio continente che, si legge nel rapporto di ItMedia Consulting in uscita il prossimo 4 ottobre, vive un periodo di “tendenza alla stagnazione” riuscendo a crescere appena dello 0,5% nei 17 paesi presi in esame.
"Il mio sogno è sempre stato quello di girare in auto a Milano ascoltando la mia radio in FM. Oggi, finalmente, l'ho realizzato e mi considero soddisfatto".
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
"Dal 14 ottobre ripendono le trasmissioni di telegranda vi aspettiamo sul canale 113". Con questo stringato comunicato inserito sulla propria pagina Facebook, Tele Granda di Cuneo (che aveva interrotto le trasmissioni il 31/12/2015) in questi giorni sta avvisando i telespettatori dell'imminente ritorno in video.
La misura dello scoordinamento esistente a livello istituzionale (anche) in tema di radio digitale emerge chiaramente dalle parole del presidente Agcom Marcello Cardani rese nel corso del convegno "La radio digitale: un'opportunità per i cittadini, il mercato e le imprese".
Facebook nell’occhio del ciclone: sembra proprio che il social network abbia sovrastimato per ben due anni il tempo medio di visione delle pubblicità video sulla piattaforma.
Il gruppo varesino Rete 55 in data 05/08/2016 ha definito l'acquisizione dell'autorizzazione FSMA con annesso LCN 248 in ambito nazionale.
Non ha avuto peli sulla lingua John Strand, analista per Strand Consult, nel commentare la nuova proposta avanzata dalla Commissione Europea sul roaming gratuito all’interno del vecchio continente, sostenendo come questa non riesca a “mettere insieme politiche per le telecomunicazioni che stimolano la crescita economica; riesce solo a imporre regole”.
Il cda di Mediaset è convocato per domani, martedì 27 settembre, e le indiscrezioni sulla questione Vivendi-Premium si susseguono numerose: pare che, per quella data, il gruppo francese abbia intenzione di presentare una terza proposta per uscire dal pantano creatosi a seguito del suo rifiuto di tener fede all’accordo siglato lo scorso aprile con Cologno.
Una nuova stazione televisiva siciliana da fine ottobre debutterà sul DTT (LCN 87 e 877): si tratta di Ultima Tv, che fa capo all'amministratore di Funivia dell'Etna Francesco Russo Morosoli.
Su oltre trecento dispositivi elettronici connessi a Internet - come orologi e braccialetti intelligenti, contatori elettronici e termostati di ultima generazione - più del 60% non ha superato l'esame dei Garanti della privacy di 26 Paesi.
È trascorso un anno dal passaggio a regime di Tv8 a Sky. All’epoca, esattamente a settembre 2015, il canale si chiamava ancora “Mtv8” ed erano in pochi a seguirlo. Poi, a passo graduale, la “M” è scomparsa e la grafica ha subito vistose modifiche per sganciarsi, definitivamente, dalla vecchia immagine di Mtv di Viacom.
Erre Radio 95 di Reggio Emilia ha ceduto la sua unica frequenza (95 MHz) per Reggio Emilia, Parma e Modena a Lattemiele (gruppo Radio Bruno) uscendo di scena (almeno per ora) dall'etere.
La Commissione Europea ha presentato una nuova proposta per l’abolizione dei sovrapprezzi sul roaming all’interno della Comunità entro giugno 2017, dopo aver scartato la precedente a causa delle diverse lamentele.
Il Ministero ha disposto, con determine DGSCERP, l’approvazione delle prime graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 2 maggio 2016.
Non è ancora tramontato il progetto di Vivendi di diventare una media company europea, almeno non se si vuole dare ascolto a quanto dichiarato dal suo ceo Arnaud de Puyfontaine il quale ha rivelato che il gruppo sarebbe a lavoro per portare a termine un piano top secret proprio con questo scopo ultimo.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato in data 15/09/2016 il provvedimento di rettifica della determina direttoriale del 01/08/2016 recante la conclusione della procedura per la presentazione delle domande volte ad ottenere le misure economiche di natura compensativa per il rilascio volontario delle frequenze televisive interferenti ai sensi del DM del 17/04/2015, attuativo dell’art. 6, c. 9, del DL 145/2013, convertito dalla L. 9/2014, come modificata dall’art. 1, c. 147, della L. 190/2014 per la Regione Emilia Romagna.
Ancora segno positivo per il mercato degli investimenti pubblicitari in Italia: a luglio l’incremento è del 2,9% e del 3,4% nei primi sette mesi dell’anno (rispetto al periodo omologo del 2015), per un aumento di 124mln di euro.
Il Governo ha bisogno di soldi e per ottenerli pensa di proporre al Parlamento l'inserimento nella nuova legge di bilancio di una delega legislativa per la predisposizione di una asta competitiva per l'assegnazione di frequenze per il potenziamento della telefonia 4G.
Con una decisione che ha destato stupore, la Cassazione ha definitivamente respinto la richiesta dell'INPGI di avere da RTI (Reti Televisive Italiane S.p.A., società del Gruppo Mediaset) contributi per circa 1 mln e mezzo di euro, come emergeva da un'ispezione in azienda per 7 giornalisti per il periodo maggio 1999-febbraio 2005, tra i quali Alessandro Piccinini, noto conduttore di "Controcampo" dal 1998 a 2012 su Italia 1.
La carta stampata si arricchisce di un nuovo quotidiano nazionale (interamente a colori ed al prezzo di 1 euro): da martedì 20 settembre sarà in edicola (ad esclusione del lunedì) La Verità (www.laverita.info), giornale fondato e diretto da Maurizio Belpietro, già direttore responsabile de Il Giornale, Panorama, Libero e Il Tempo.
Continua la crisi delle emittenti locali: questa volta ad abbandonare l'etere è la pugliese Punto Radio di Martina Franca (Taranto).
Conquistare il 15% del mercato mobile italiano attraverso una politica di prezzi bassi e vendita solo online: questo è l’obiettivo di Xavier Niel (foto), patron di Iliad, che presto debutterà in Italia con il suo operatore mobile Free a seguito dell’acquisizione di alcuni asset di Wind e Tre, condizione imposta dall’antitrust per autorizzarne la fusione.
La radio in tv paga: eccome se paga, come dimostra la premiazione da parte di Radio Monitor delle emittenti radiofoniche nazionali che hanno uno sbocco televisivo.
Come noto, attraverso il D. Lgs. 128/2016 (pubblicato sulla G.U.S.G. n. 163 del 14/07/2016) è stata data attuazione alla Direttiva 2014/53/UE relativa alla messa a disposizione sul mercato di apparecchiature radio.
Dal 15 settembre è possibile effettuare la presentazione dei moduli per chiedere il rimborso del canone Rai in bolletta. Se il canone è stato pagato ma non è dovuto, il titolare del contratto di fornitura di energia elettrica può, infatti, chiedere il rimborso.
Oggi pomeriggio 15 settembre, alle ore 17:00 sono iniziate le trasmissioni di "#Radio Amatrice". Dagli studi di via Farchioni sulla frequenza 99.100 MHz per Amatrice e Accumoli la nuova stazione terrà informate le popolazioni reatine colpite dal terremoto.
Sky si prepara a introdurre anche in Italia, dopo la sperimentazione nel Regno Unito, Ad Smart, la tecnologia che permette di personalizzare gli spot ai quali sono esposti gli utenti della pay tv.
Il Ministero dello Sviluppo Economico nell'ambito della procedura per l’assegnazione delle frequenze radio in onde medie , ai sensi dell’art.27, comma 3 del D. Lgs. 259/20013 nel rispetto delle risorse di frequenze e delle connesse aree di servizio attribuite all'Italia, coordinate secondo le regole stabilite dall'Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT) in base al Piano di radiodiffusione Ginevra 1975, ha pubblicato una serie di risposte ai quesiti posti dagli operatori a riguardo del contenuto del proprio provvedimento (qui per leggere le medesime).
Ha avuto vita breve la proposta della Commissione Europea per introdurre il roaming gratuito all’interno dei paesi della comunità europea entro la metà del 2017, già ritirata nella notte fra l’8 e il 9 settembre.
Luigi Ferlazzo Natoli, professore emerito di Diritto Tributario nell’Università di Messina, elabora il suo saggio partendo dalla triste premessa secondo cui, dall’Avvocatura erariale allo stesso legislatore, domina nel campo tributario il rilevante interesse fiscale alla riscossione del tributo e, quindi, la contemporanea necessità di poter non rispettare neppure i principi generali dell’ordinamento giuridico.
Il Ministero dello Sviluppo Economico interviene sulle indiscrezioni di stampa pubblicate nei giorni scorsi a riguardo di un presunto fallimento dell'operazione "canone RAI in bolletta", secondo le quali quasi un italiano su due non avrebbe provveduto al versamento, con punte del 60% al Sud.
Lo storico quotidiano romano Il Tempo, da anni in difficoltà economiche, cambia editore: dal costruttore Domenico Bonifaci (che aveva acquistato la testata nel luglio 1996 dal Gruppo Caltagirone per 70 mld di lire, dopo averla a sua volta acquistata dal gruppo Monti l'anno prima per 81 mld) è infatti passato alla Finanziaria Tosinvest, società della famiglia Angelucci, già proprietaria del quotidiano Libero, che controlla la Nuova Tempo Srl.
Sono partite le trasmissioni di una nuova stazione radiofonica romana: Radio Sonica, in onda nella capitale su FM 90,700 MHz e naturalmente su piattaforma digitale webcasting (www.radiosonica.it).
Nonostante le amorevoli cure del gruppo Discovery Italia, il canale Nove (ex Deejay Tv) continua a subire notevoli perdite. Lo ammette lo stesso broadcaster americano.
Il futuro, anche nel towering, è nei superplayer che possono godere di economie di scala in prospettiva di un rapido mutamento dello scenario tecnologico, che esige una presenza in Italia di infrastrutture nell'ordine di qualche decina di migliaia di torri ospitanti impianti low power.
Un elemento purtroppo scarsamente portato alla luce in sede di disamina dei dati sull'ascolto radiofonico in Italia, come misurato da Eurisko attraverso l'indagine Radio Monitor, è quello della suddivisione per device (cioè i diversi strumenti per la ricezione del contenuto).
"RadioMediaset, alla prima rilevazione dopo il suo debutto nel mondo delle radio, si conferma Gruppo radiofonico leader. Lo attesta l’analisi disponibile oggi dei quarti d’ora riferiti al I semestre 2016 confrontato con il pari periodo del 2015 (RadioMonitor)".
Con la nuova  stagione radiofonica entra nel vivo il progetto di Radio We, la superstation italo-cinese nata in sordina a dicembre 2015 e diffusa su gran parte delle infrastrutture diffusive di Radio Classica (della Class Editori, che rimane diffusa in diverse aree della Lombardia) e di Radio Milano (della Mediatech, che già veicolava il prodotto pure italo-cinese Radio Globale), con un potenziale di utenza di 14 mln di abitanti.
Torna nel cassetto, almeno per il momento, il piano di Vincent Bolloré di trasformare la sua Vivendi in una media company che abbracci tutto il territorio europeo.
Risolta l'annosa querelle delle interferenze tra il network provider nazionale Retecapri e l'Ufcom, l'Ufficio federale per le comunicazioni della Confederazione elvetica.
Secondo quanto è emerso da una recente ricerca del Pew Research Center, rielaborata e schematizzata da NiemanLab, una delle differenze più evidenti tra le diverse fasce d’età in America sarebbe da rinvenire nella modalità e nei mezzi scelti per informarsi.
Sono stati pubblicati oggi i dati relativi al 1° semestre 2016 dell'indagine d'ascolto Radio Monitor dell'istituto Eurisko, allo stato l'unica ricerca sull'audience radiofonica (metodo CATI da 120.000 casi).
Come noto, ex comma 4 dell’art. 10 L. 222/2007 la regolarità contributiva previdenziale, relativa all'anno di riferimento delle provvidenze previste in favore delle imprese editoriali, radiofoniche e televisive, deve essere conseguita, a pena di decadenza, entro il termine di cui al comma 2 del medesimo articolo, cioè entro il 30/09 successivo alla scadenza di presentazione della relativa domanda di contributo).
Dal 30 giugno 2017 chi utilizza il proprio cellulare in roaming nell’Unione Europea, potrà usufruire delle normali tariffe nazionali per almeno 90 giorni, consumando il traffico normalmente previsto dal proprio piano tariffario.
Una nuova società controllata a maggioranza assoluta da Sky e che include alcuni dei produttori di contenuti più attivi nel nostro paese; il tutto appare come l’ennesimo passo della strategia di Sky per gestire più contenuti di qualità possibile.
Dal 31/12 Radio Vaticana abbandonerà la storica (85 anni) denominazione per assumere il nuovo logo "Radio Televisione Vaticana", operazione che comporterà l'incorporazione del Centro Televisivo Vaticano (CTV), che continuerà a produrre servizi per il mercato internazionale.
Dopo una lunga malattia è morta all'età di 63 anni la giornalista e conduttrice del tg di Telebari Fortunata Dell’Orzo. Nata a Bari il 24 settembre 1953, entrò nel 1991 a far parte della stazione barese divenendo giornalista nel 1994.
Si fanno sempre più tesi i rapporti tra Mediaset e i francesi di Vivendi a riguardo della mancata acquisizione della pay tv Premium, querelle ormai approdata nelle aule giudiziarie.