Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Amazon acquista Amie Street e crea la sua nuova radio in streaming. In chiave 2.0
Amazon, il più grande portale al mondo per l'acquisto di libri online e e-book si lancia nel mercato della radiofonia via web. Il progetto è complesso e prenderà vita a brevissimo termine.
Il colosso di Seattle, di fatti, ha acquistato Amie Street, portale di informazione e vendita di musica online, di cui già era finanziatore e che aveva contribuito a far nascere nel 2007. Il concetto alla base di Amie Street era quello, classico, del fornitore di musica da scaricare via internet, un po' alla iTunes, tanto per intenderci, ma con una peculiarità: un sistema di pricing per cui chi prima scovava i brani meno conosciuti della scena “indie” pagava per il download un prezzo inferiore a chi li scaricava una volta acquisita già una certa eco. Secondo Radiopassioni, però, non sarebbe questa la molla che avrebbe spinto Amazon all'incorporazione. Amie Street, infatti, nell'ottobre 2008 aveva acquistato la piattaforma Songza, una sorta di social streaming commutato in una vera e  propria stazione radio che diffonde, in streaming, playlist scelte dagli utenti attraverso la ricerca di musica sul web, in un archivio potenzialmente infinito di circa 8 milioni di brani. Il servizio, simile a quello fornito da Pandora ma con una connotazione molto più 2.0 (i brani delle playlist non sono in ordine causale ma scelti dall'utente o da gruppi di utenti), è attualmente in fase di test beta per il mercato statunitense. Sarebbe questo, quindi, il business d'interesse per quelli di Amazon, che hanno individuato, probabilmente, nella web radio “a scelta” un mercato potenzialmente rigoglioso, oltre che il futuro dell'emittenza radiofonica via web. Dal 22 settembre, perciò, Amazon entrerà ufficialmente nel mercato, probabilmente sconvolgendolo: a quella data, gli utenti iscritti ad Amie Street saranno automaticamente reindirizzati sulle pagine della società di Jeff Bezos. Questi avranno, quindi, poco più di una settimana di tempo per esaurire i propri eventuali crediti e scaricare musica; poi avranno a disposizione un voucher di 5 dollari da spendere per i primi acquisti di musica online dal sito di Amazon. (L.B. per NL)
13/09/2010 10:11
 
NOTIZIE CORRELATE
Dibattito acceso su una pagina Facebook dedicata agli operatori radiofonici dopo la pubblicazione di un sommario report dei dati d’ascolto delle web radio di RadioMediaset (polo radiofonico del Biscione cui fanno riferimento le emittenti nazionali Radio 105, Virgin e R 101) accessibili (fino a quel momento) su una sezione specifica del portale United Music, che gestisce il pool di web radio.
Arriva sul mercato digitale Amazon Chime, il nuovo prodotto di videoconferenza per lavoratori lanciato dal gigante dell’e-commerce.
Negli Stati Uniti, la radio online è la seconda attività più comune nelle app dei dispositivi mobili con il 15% del tempo speso, seconda solo ai social network con il 29% e più diffusa dei giochi con l’11%.
In un periodo in cui tutti si stanno attivando per cercare di arginare il più possibile il fenomeno delle bufale online, Wikipedia si fa sentire parlando proprio di attendibilità.
“Non vi sono frequenze sufficienti per permettere l’avvio del digitale a regime nei 23 bacini non ancora pianificati”; a dirlo non è uno dei tantissimi scettici del DAB+, la radio “digitale”, ma Marco Rossignoli, coordinatore di Aeranti-Corallo, supporter della tecnologia numerica terrestre di radiodiffusione sonora.