Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Carlo Vittorio Giovannelli nominato direttore generale di Italia Pubblicità, concessionaria di Open Space (RTL 102.5) e Canale Italia
Giovannelli mantiene i precedenti incarichi di Presidente di Mediawatch Osservatorio Giornalistico e Direttore Generale di Club Santa Chiara
 
Carlo Vittorio Giovannelli, 35 anni, è stato nominato direttore generale di Italia Pubblicità, la concessionaria facente capo a Open Space (RTL 102.5), Canale Italia e Santa Chiara Srl.
Ne dà conto Affari Italiani, spiegando che "Giovannelli mantiene i precedenti incarichi di Presidente di Mediawatch Osservatorio Giornalistico e Direttore Generale di Club Santa Chiara. Proviene da numerose esperienze nel mondo del giornalismo e della comunicazione essendo anche stato direttore responsabile della testata giornalistica Fuori Onda, conduttore televisivo di "Presa Diretta" e conduttore radiofonico di "Attenti a quei due, Attenti!".
Giovannelli ha anche una grande esperienza di marketing maturata come direttore di Vacanze nel Mondo del Gruppo Ventaglio e esperienze commerciali in aziende leader del settore come Cartemani.
Dal 1990 Giovannelli si occupa di pubbliche relazioni istituzionali e aziendali. Giornalista esperto di comunicazione media e masmediologo è ospite fisso alla trasmissione tv "Mediawatch 2015" in onda su sky 893 e da marzo su Canale Italia.
08/02/2009 07:52
 
NOTIZIE CORRELATE
Giglio Group (Aim Italia-Ticker GGTV), prima società di e-commerce 4.0, annuncia tre nuovi importanti accordi siglati a livello nazionale nell’ambito Broadcast &Telco, per il prossimo triennio.
RTL 102.5 registra, nel 2016, una raccolta pubblicitaria pari a 54 milioni di euro, in leggera flessione sul 2015, ma a fronte di previsione più fosche (si stimava un -10% su un anno che era andato molto bene anche grazie alle Olimpiadi di Rio), il consuntivo è decisamente positivo.
Gira e gira, i player sono sempre quelli e quindi Radio Italia, abbandonata per imposizione dell'Antitrust, Mediamond, la concessionaria captive di Mediaset e conclusa senza un nulla di fatto la lunga trattativa con Discovery (si dice perché il gruppo americano volesse anche partecipare al capitale della radio), torna da Manzoni, polo L'Espresso, editore di Radio Dee Jay, Capital ed m2o (la raccolta della tv di Volanti sarà invece appannaggio di Viacom Advertising & Brand Solutions, la concessionaria di Viacom Italia).
Spezzatino di frequenze servito ieri pomeriggio: sul reticolo di frequenze di Up Radio sono comparse RTL 102,500 (per quanto riguarda la potente 101,900 MHz di Milano) e Radio Freccia (sulla rete a 95.000-95,100-95,200 MHz in varie province lombarde e piemontesi e sulla rete a 96,300 MHz in Piemonte).
Pubblicata la determina del 17/11/2016 con la quale il Ministero, dopo che il precedente bando non aveva condotto alla assegnazione del canale UHF 58, ha assegnato tale risorsa.