Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Corecom Toscana: associazionismo toscano usi di più trasmissioni RAI dell’accesso
Il presidente del Comitato per le comunicazioni, Vannini, ha inviato una lettera alle organizzazioni del Terzo settore per ricordare che la Rai mette a disposizione gratuitamente appositi spazi informativi.
Un appello alle associazioni affinché le trasmissioni dell’accesso, previste a norma di legge sia a livello nazionale che regionale, siano maggiormente utilizzate è stato lanciato dal presidente del Corecom della Toscana, Sandro Vannini, che ha inviato un’apposita lettera alle organizzazioni toscane del Terzo settore. Il presidente Vannini, scrivendo a nome del Comitato regionale per le comunicazioni, ricorda che esiste “il diritto per associazioni senza fini di lucro, enti locali e forze politiche di poter accedere gratuitamente alla programmazione televisiva, in spazi definiti appositamente dedicati allo scopo dalla Rai” e che “la Regione Toscana, tramite il Comitato, è una delle poche regioni in Italia che ha sempre garantito tale diritto”. Eppure, nonostante la “straordinaria opportunità per fruire di spazi televisivi”, nel tempo si sono manifestati “alcuni limiti del diritto di accesso che si sostanziano principalmente in una generale scarsa conoscenza dello strumento e nella ridotta capacità comunicativa dei programmi”. Tutto questo, afferma Vannini nella missiva, “non ha sicuramente influito positivamente sull’appetibilità dei programmi dell’accesso”. Pertanto occorre superare i suddetti limiti. Come? Da una parte attraverso una “maggiore diffusione della conoscenza del diritto di accesso mediante iniziative d’informazione presso i potenziali partecipanti”, dall’altra tramite “il potenziamento qualitativo dello strumento già esistente, incentivando la realizzazione in autonomia di programmi da parte dei partecipanti che garantiscano livelli qualitativi accettabili e permettano, in collaborazione con la Rai, la produzione di programmi più accattivanti”. La lettera inviata al mondo dell’associazionismo toscano rappresenta un modo per meglio diffondere la conoscenza di questa opportunità. L’appello del Corecom si conclude con un’osservazione: “A partire da una più stretta collaborazione tra il Corecom e la Rai finalizzata alla ricerca di nuove modalità, anche sperimentali, per la registrazione dei programmi e per l’organizzazione delle trasmissioni, si ritiene di fondamentale importanza il coinvolgimento del principale interlocutore di questo strumento di partecipazione, il mondo del Terzo settore, al fine di incentivarne l’utilizzo e per un eventuale sviluppo di soluzioni innovative di comunicazione”. Per utilizzare di questi spazi televisivi gratuiti messi a disposizione dalla Rai Toscana le associazioni devono presentare le domande al Corecom entro il 3 settembre. Informazioni allo 055/2387880. E’ possibile scaricare la nuova modulistica relativa all’indirizzo internet www.consiglio.regione.toscana.it:8085/corecom/att_servizio/accesso.htm. (mc)
 
ACCESSO RADIOTELEVISIVO
 
 
CHE COS'E'
 
Il Corecom, in base alla legge 14 aprile 1975, n. 103, è competente in materia di trasmissioni dell’accesso, uno spazio a disposizione di soggetti collettivi (associazioni culturali, partiti, enti locali, sindacati, gruppi etnici e linguistici, confessioni religiose…) per attività di comunicazione.
Al Corecom competono l’istruttoria e l’esame delle richieste provenienti dai soggetti sopra indicati, nonché le deliberazioni di ammissione o esclusione dai programmi dell’accesso, secondo il nuovo regolamento approvato il 5 dicembre 2011.
Il piano dei programmi dell’accesso viene definito per ogni trimestre e viene inserito, per lo stesso periodo, nel palinsesto delle trasmissioni della Sede Regionale RAI.
 
COME INOLTRARE LA DOMANDA
 
I soggetti interessati devono fare domanda su apposito modulo.
La domanda deve essere inoltrata al Corecom Toscana, Via de' Pucci 4, 50122 Firenze secondo una delle seguenti modalità:
- Consegna a mano contro rilascio di ricevuta (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13)
- Invio a mezzo raccomandata A/R
- Invio a mezzo fax al n. 055/2387963-7871
- Invia a mezzo e-mail all'indirizzo: accesso@corecom.toscana.it
 
GRADUATORIE E SCADENZE
 
E' possibile consultare la graduatoria relativa al terzo trimestre 2012 (Delibera n. 13 del 07/06/2012).
La scadenza per la presentazione delle domande per il quarto trimestre 2012 è il 3 settembre 2012 ore 13.00.
ATTENZIONE: I soggetti ammessi in graduatoria, che provvedono in proprio alla registrazione del messaggio, devono inviare alla Rai Regionale Toscana il supporto audiovisivo su DVD (no cdrom), o MINIDV o BETA formato 4/3 (non 16/9) e non HD.
 
 
PER INFORMAZIONI:
 
Dott. Mario Ginanni - Tel.055/2387392
30/08/2012 07:46
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.