Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Digitale terrestre: il DVB-T 2 avanza anche in GB
Screen Service Broadcasting Technologies S.p.A. ha ricevuto un ulteriore ordine per la fornitura di trasmettitori da Arqiva, società inglese operante nelle infrastrutture di rete e servizi media.
Il nuovo contratto, per un controvalore di circa 3 milioni di Euro, prevede la consegna a partire dall’esercizio in corso di apparati all’avanguardia per le trasmissioni con lo standard digitale di seconda generazione, denominato DVB-T2, per il cui sviluppo e introduzione Screen Service ha contribuito attivamente sin dal 2008 con l’inizio delle trasmissioni per RAI dalla postazione di Torino Eremo. I nuovi trasmettitori di Screen Service costituiranno parte integrante della rete di Arqiva realizzata con il nuovo standard per l’alta definizione in DVB-T2 che consentirà ai principali broadcaster britannici di trasmettere contenuti in alta definizione da siti trasmittenti esistenti in tutta la Gran Bretagna. “Siamo molto soddisfatti - ha commentato Antonio Mazzara, Amministratore Delegato di Screen Service – di partecipare alla digitalizzazione del mercato televisivo britannico con Arqiva, il primo operatore a implementare il nuovo standard di seconda generazione, al cui sviluppo e implementazione ha partecipato anche il centro di Ricerca e Sviluppo di Screen Service”. “L’obiettivo di Screen Service - ha concluso Mazzara – è di divenire punto di riferimento in termini di eccellenza nell’innovazione, rafforzando quindi il nostro posizionamento nei mercati internazionali dei prodotti e servizi connessi alla trasmissione del segnale televisivo”.
13/09/2010 08:21
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).