Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Digitale terrestre: UE pronta a dare ok all'ingresso di SKY anzitempo. Mediaset si preoccupa e Romani corre dal Commissario Almunia
Il viceministro al MSE Romani ha incontrato il commissario europeo alla concorrenza Joaquim Almunia per cercare di capire la posizione della Ue sulla richiesta della News Corp. di Rupert Murdoch (foto) di potere entrare come operatore di rete e fornitore di contenuti premium nel dtt prima della scadenza imposta da Bruxelles al 31/12/2011.
Di fatto se la Ue abbreviasse la durata degli impegni imposti a Sky Italia potrebbe con tutta probabilita' partecipare alla gara per il dividendo digitale: una competizione su cui, come ha sottolineato Romani, la presenza di della pay tv di Murdoch "potrebbe incidere" dal momento che non si svolge su offerte economiche ma in 'beauty contest'. Dei 6 multiplex digitali che saranno messi a gara quando l'Autorita' per le comunicazioni ultimera' il regolamento 3 sono destinati ai nuovi entranti. Romani, che non e' voluto entrare nel merito del confronto avuto con Almunia, si e' limitato a ricordare che "ci sono degli impegni attraverso i quali Sky, che e' monopolista sul satellite e quasi monopolista sulla pay tv non puo' e non deve entrare nel digitale terrestre, ne' come operatore di rete, ne' come fornitore di contenuti a pagamento, fino al 31 dicembre 2011". Tuttavia l'operatore ha chiesto a Bruxelles di poter anticipare l'ingresso nel settore anche a fronte dell'accelerazione che il passaggio al nuovo segnale televisivo ha avuto in Italia. "Avevamo notizia che qualcosa poteva cambiare in queste condizioni poste a Sky e legittimamente una delegazione italiana si e' recata a Bruxelles per capire meglio la situazione", spiega Romani. (fonte Adnkronos)
04/03/2010 22:18
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).