Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, bando digitale terrestre, Basilicata: interviene Carcuro (Corecom)
Per gli operatori televisivi lucani entra nel vivo la fase di preparazione al sistema trasmissivo del digitale terrestre”. Lo afferma il componente del Corecom di Basilicata delegato al Digitale Terrestre, Massimo Carcuro, dando notizia di due adempimenti a cui sono chiamati gli operatori stessi per l’assegnazione delle frequenze e la numerazione automatica.
È stato infatti pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 31 del 14 marzo 2012, 5° serie speciale – spiega Carcuro - il bando di gara per l'assegnazione delle frequenze in tecnica digitale terrestre alle emittenti televisive locali della Regione Basilicata, dove lo switch off è previsto per il mese di maggio 2012. Sullo stesso numero della Gazzetta Ufficiale è stato anche pubblicato il bando di gara per l'attribuzione della numerazione automatica dei canali per la televisione digitale terrestre in Basilicata, ai sensi della Delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni del 4 agosto 2010 sul “Piano di numerazione automatica dei canali della televisione digitale terrestre”. I soggetti legittimamente abilitati alla trasmissione radiotelevisiva locale operanti nella regione Basilicata in tecnica analogica e/o digitale – avverte quindi Carcuro - "dovranno far pervenire, per ciascuna emittente, la domanda di inserimento nella graduatoria al: Ministero dello Sviluppo Economico, Dipartimento per le Comunicazioni, Direzione Generale Servizi di Comunicazione Elettronica e Radiodiffusione, Viale America 201, 00144 Roma -Divisone III, piano 5°, stanza A504,dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle ore 10.00 alle ore 12.30, entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale, tramite consegna a mano, corriere o posta raccomandata o assicurata. Le domande dovranno essere redatte secondo le modalità previste dal bando, pena esclusione. Saranno escluse dalla procedura le domande pervenute oltre il termine previsto. Il recapito delle domande è a totale rischio del partecipante. Si tratta di adempimenti formali – spiega Carcuro - ma al tempo stesso fondamentali per garantire consistenza al già non forte settore della comunicazione e dell’informazione di Basilicata. Per questo, aggiunge, è necessario prestare la necessaria attenzione e in caso di eventuali dubbi – aggiunge Carcuro – è possibile rivolgersi con richieste di informazioni e chiarimenti direttamente al Ministero esclusivamente in forma scritta - in formato word - via fax al n. 06.5913110 o via e-mail all’indirizzobando.tvlocali@sviluppoeconomico.gov.it fino alla scadenza del settimo giorno dalla pubblicazione del decreto. Le risposte ai quesiti saranno rese pubbliche, fermo restando l’anonimato del richiedente, sul sito internet del Ministero. Successivamente – conclude l’esponente del Corecom lucano - il Ministero dello Sviluppo Economico procederà alla valutazione delle domande dei soggetti partecipanti al termine della quale verrà redatta la graduatoria”. (Regione Basilicata)
20/03/2012 17:51
 
NOTIZIE CORRELATE
L'indagine di customer satisfaction promossa dal Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom FVG) nell'anno 2016, che aveva lo scopo di misurare il gradimento degli utenti in merito all'attività di conciliazione obbligatoria in materia di controversie telefoniche, internet e pay tv, ha restituito un quadro molto lusinghiero del servizio offerto.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
La situazione di crisi dell’emittenza televisiva locale, già grave per l’aumento dei costi di gestione conseguenti alla “ingiusta e discutibile” revoca dei diritti d’uso delle frequenze che il MISE ha operato in tutta Italia e che ha raggiunto il suo apice sulle regioni della fascia adriatica, con in testa la Puglia (in cui ha revocato 12 frequenze su 18), ora è ulteriormente aggravata per il ritardo dei pagamenti dei contributi relativi al bando 2015 (e siamo già a marzo 2017) e per la mancata emanazione dei bandi relativi agli anni 2016 e 2017.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.