Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, dividendo esterno (ch 61-69 UHF e frequenze inutilizzate): lo Stato vuole almeno 2,4 mld di euro. Entro 15 gg. dall'approvazione della legge di Stabilità Agcom avvierà i procedimenti
L'asta delle frequenze liberate con il passaggio al digitale terrestre frutterà almeno 2,4 miliardi, secondo quanto conferma il maxiemendamento alla legge di Stabilità depositato nella tarda sera di ieri in commissione Bilancio della Camera.
Le procedure di assegnazione dovranno concludersi in modo da assicurare che gli introiti siano versati allo Stato "entro il 30 settembre 2011". Dei 2,4 miliardi in totale, 240 milioni al massimo resteranno al ministero dello Sviluppo, che userà le risorse per "promuovere un più efficiente uso dello spettro attualmente destinato alla diffusione" di programmi locali. Nel caso in cui il governo incassasse meno di quanto stimato, il ministero dell'Economia coprirà la differenza riducendo per decreto le missioni di spesa di ciascun ministero. L'asta riguarderà le frequenze della banda 790-862 MHz (e altre "eventualmente disponibili") che saranno assegnate alle comunicazioni mobili in banda larga. Entro 15 giorni dall'entrata in vigore della legge di Stabilità l'Autorità delle comunicazioni avvia le procedure. Il maxiemendamento interviene anche sulla disciplina del passaggio dalla televisione terrestre analogica a digitale. Prima dello switch off, il ministero dello Sviluppo provvederà alla "definitiva assegnazione" dei diritti d'uso, anche mediante la trasformazione del rilascio provvisorio in assegnazione definitiva dei diritti d'uso. (fonte Reuters)
 
 
12/11/2010 11:16
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).