Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, dividendo interno (ex beauty contest): Mediaset, no nuovo ricorso, potremmo non partecipare
"Contrariamente a quanto riportato da vari organi di stampa, probabilmente a causa di un equivoco, Mediaset non ha presentato alcun ricorso relativo all'emendamento sulle frequenze tv approvato in questi giorni dalla Commissione Finanze della Camera".
Lo precisa la societa' in una nota. "Il ricorso di Mediaset - prosegue il comunicato - e' stato depositato al Tar il 13 marzo 2012 e si riferisce al provvedimento ministeriale del 20 gennaio che aveva disposto la sospensione del "beauty contest". Non e' detto che Mediaset partecipi all'asta delle frequenze tv". Lo ha affermato il presidente del gruppo, Fedele Confalonieri, oggi durante l'assemblea. "Parteciperemo? - si chiede - ancora non possiamo dirlo. Vedremo la disciplina dell'asta che fara' Agcom". Sulla vicenda, aggiunge, "c'e' stata demagogia, far pagare alle ricche televisioni le frequenze anziche' diminuire i redditi dei cittadini con nuove tasse. Siamo proprio sicuri che l'asta produrra' introiti significativi per lo Stato?". Secondo Confalonieri "la polemica sulla gratuita' e' strumentale. Calendario alla mano e' iniziata alla fine dell'estate, proprio mentre era alle battute finali la procedura di assegnazione delle frequenze in beauty contest". Per il futuro, afferma ironicamente "possiamo fin da ora prevedere che neanche l'asta mettera' fine alle polemiche sui regali, a meno che a Mediaset non venga ingiustamente impedito di partecipare. Andremo comunque avanti per difendere i nostri diritti". I vincoli previsti nella norma che elimina il beauty contest "non impediscono a nessuno di poter partecipare alla gara" di assegnazione delle frequenze tv. Lo ha precisato il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, durante la conferenza stampa seguita al consiglio dei Ministri di oggi. I vincoli previsti nella norma che elimina il beauty contest "non impediscono a nessuno di poter partecipare alla gara" di assegnazione delle frequenze tv. Lo ha precisato il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera, durante la conferenza stampa seguita al consiglio dei Ministri di oggi. (AGI)
18/04/2012 15:54
 
NOTIZIE CORRELATE
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Andrà a Mediaset il canale 20, fino ad oggi in mano a Retecapri e che, come già segnalato nelle scorse settimane su questo periodico, era prossimo ad una vendita verso non meglio identificati acquirenti.