Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, dividendo interno. Online bando e disciplinare beauty contest. Il MSE ordina liberazione canali da occupazioni sperimentali

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

11/07/2011 19:09
 

Beauty contest. Ipotesi campate in aria (nell'etere)

E' giunto il momento, uno dei tanti momenti di queste assegnazioni tempotanee/provvisorie ma definitive. Le frequenze del contest sono state liberate, o almeno quelle del 58 e del 55, visto che il 54 e le altre sono ancora variamente utilizzate da Rai per i suoi cerotti o da tv locali "Risarcite", ma poco importa. In effetti i lotti sono 3: il primo comprende i suddetti canali molto "biuty": coordinati, sfn nazionale, liberi e canalizzati nei centralini. Gli altri... gli altri poi si vedrà. Non penso che ci vorrà molto per l'assegnazione, sarà una cosa lampo, daltronde i giochi sono fatti: possono partecipare mediaset, rai, telecom, sky. Mediaset. (non c'è altro da dire) Rai potrebbe aver problemi con telecom: un po' sembra non essere interessata a una nuova frequenza e un po' telecom si è mossa di anticipo realizzando una rete sperimentale proprio sul 55. Dovesse prevalere telecom c'è sempre l'opzione di affidare il 55 a SKY (dividi et impera) producendo una serie di ricorsi tra telecom/Rai/e la stessa SKY per stabilire chi tra un nuovo entrante gradito all'europa, uno scomodo rivale per mediaset e il carrozzone pubblico ha diritto a tale frequenza. Nel caso c'è anche il lotto C con una frequenza decente, peccato sia in DVB-T2. Telecom è la candidata prescelta, e forse può sperare in una conversione in DVB-T visto che tutto il contest era nato per favorire l'ingresso di nuovi operatori televisivi nel DVB-T e non telefonici o di altro genere (altrimenti le frequenze per l'LTE potevano rientrare tranquillamente nella gara). Basta giusto qualche autorizzazione che, diciamo in 6 mesi/un anno, potrebbe giungere dal ministero. Il lotto B, quello con le frequenze occupate, non coordinate, non in SFN e quindi molto meno "biuty" sarà assegnato sulla carta ma sospeso in attesa che le frequenze siano liberate e che gli organi competenti chiariscano la posizione di TvItalia che nel frattempo potrebbe aver fatto ricorso per avere la sua frequenza nazionale. Tanto il lotto B è per i nuovi entranti: hanno aspettato tanto, possono aspettare ancora qualche anno. L'importante è che il ministero assegli le frequenze per bloccare la multa europea, poi se non possono essere utilizzate la colpa sarà della magistratura o di qualcun altro. In modo lungimirante soso stati anche assegnati tutti gli LCN per le tv generalizte (ad eccezione del 33) proprio perchè dei nuovi entranti non si vedrà traccia per lungo tempo. Rai, mediaset e telecom useranno il nuovo mux per canali HD o a pagamento con numerazione dedicata. Dovesse vincere SKY c'è giusto il 33 per cielo 2 per non avere problemi, gli altri, quando e se ci saranno, andranno ad avere numeri LCN a 4 cifre.

Bruno

NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).