Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT: gravissimi problemi in Spagna. Si chiede l'aiuto al sat
E se ci sono difficoltà dove l'etere è pianificato, figuratevi l'inferno che ci sarà da noi. E infatti già si parla di far slittare il tavolo della Campania
 
In Spagna è lotta tra Hispasat e Astra per aggiudicarsi la diffusione dei canali del digitale terrestre spagnoli sul satellite, ai fini di rendere fruibile a tutti la nuova tecnologia
Parrebbe che il governo locale voglia favorire in ciò Hispasat, ma Astra proprio non vuol mollare. Per supportare le proprie ragioni, il provider Astra ha rese note le risultanze di uno studio commissionato secondo il quale circa 215.000 famiglie non sarebbero in grado di ricevere il DTT a Madrid e in moltissime aree del paese la situazione sarebbe anche più grave.
Così ha dichiarato Pingarrón Miguel, direttore di SES ASTRA Iberia: “Il governo dovrebbe apportare efficienti soluzioni per un mercato che al momento è fallimentare. Questo darebbe a tutte le famiglie accessibilità ai canali ricevibili sulla TDT. La soluzione ideale per una larga diffusione della tv digitale è sicuramente la via satellitare e per questo Astra è pronta a farsene carico“.
E se ci sono problemi in Spagna, dove l'etere è accuratamente pianificato, è veramente possibile che lo switch-off nelle aree calde del nostro paese (Lazio, Campania, Lombardia) sarà proprio l'inferno preannunciato. Intanto, si riconcorrono voci che vorrebbero il tavolo tecnico tra Agcom. MSE-Com ed operatori per la Campania in procinto di essere spostato nel tempo (si sa che tale regione è una delle più disastrate sul piano frequenziale, per via di un numero molto elevato di impianti irregolari). La questione ha una sua rilevanza giuridico-amministrativa, perché alla conclusione di ogni tavolo segue la delibera pianificatoria dell'Agcom e l'assegnazione dei diritti d'uso alle emittenti da parte del MSE-Com, sicché uno spostamento del tavolo equivarrebbe nella sostanza ad uno slittamento della conversione tecnologica. Ammesso che tali voci siano fondate, quale sarebbe la regione che anticiperà il proprio tavolo?. Si è sussurata la Lombardia. E il cielo si è aperto....
09/02/2009 07:29
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).