Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT: masterplan AT3 in continua evoluzione. Le emittenti: così si rischia di perdere il controllo della situazione
Alla vigilia dell'inizio della migrazione nell'Area Tecnica 3, alla DGPGSR del MSE-Com evidentemente si lavora anche al sabato (e forse lo si farà anche domani) per riparare agli errori e/o alle omissioni di un masterplan che rischia di mandare a gambe all'aria lo switch-off.
Dalla tarda mattinata di oggi a molti operatori di rete stanno infatti giungendo continui aggiornamenti via email del database degli impianti da spegnere secondo il calendario della macroarea 3 (cd. masterplan delle transizioni) e dei diffusori da attivare (masterplan delle assegnazioni). Il tutto rigorosamente riferito alle singole emittenti, senza quindi che nessuno abbia conoscenza della situazione complessiva (si fa per dire, visto il vorticoso scambio di informazioni in corso in queste ore). Il risultato è altamente allarmante: il continuo rimescolamento di canali rischia di mandare ko il quadro radioelettrico che si stava delineando a fatica da qualche giorno, col risultato che molte reti apparentemente non interferite potrebbero ora esserlo a seguito di questi ultimi avvicendamenti di impianti (inseriti a seguito di omissioni) o variazioni di frequenze (per palesi incompatibilità o per giustificate proteste). E ciò senza considerare che gran parte delle reti dei network provider si stanno trasformando da SFN (ormai una rarità) a k-SFN (praticamente la regola) se non addirittura MFN. (A.M. per NL) 
23/10/2010 17:31
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha espresso “Soddisfazione per la nuova concessione che si attendeva da più di vent’anni. Si tratta di un testo fortemente innovativo sotto molteplici aspetti a cominciare dalla previsione di un nuovo piano editoriale e caratterizzato dalla separazione delle attività di servizio pubblico rispetto a quelle di mercato. Il nuovo modello concessorio permetterà di realizzare un uso più efficiente delle risorse, un miglioramento del servizio e la razionalizzazione degli assetti industriali e finanziari.”
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
A seguito di verifiche effettuate il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato gli elenchi aggiornati degli ammessi alla procedura di selezione comparativa per l'assegnazione delle frequenze in onde medie asincrone e sincrone prevista dalla Delibera 3/16/CONS.