Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, Murdoch fa sbarcare Sky Tg24 ed apre le "ostilità" con Mediaset e RAI nel settore news del digitale terrestre
 
Se non bastassero le vicende dei diritti della Champions League a rendere incandescente il rapporto, arriva l'aggressione diretta all'audience del Tgcom 24 da parte di Sky.
Dal 27 gennaio Sky Tg24 sarà in chiaro sul canale 27 del digitale terrestre, acquisito nelle scorse settimane dopo una lunga trattativa dal gruppo Class Editori (editore di Class Tv) per 9 mln di euro. E per giunta trasportato dal provider del nemico di sempre del Biscione, il gruppo L'Espresso, socio di Persidera, l'operatore di rete frutto dell'integrazione dei mux di TIMB (Telecom Italia) e Rete A (L'Espresso). L'amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia, illustrando il progetto, ha spiegato che l'idea di far sbarcare l'ammiraglia informativa della tv satellitare sulla piattaforma tv terrestre nasce con l'intenzione di dare "una maggiore opportunità di scelta informativa anche ad altri telespettatori, non clienti Sky". L'a.d. della tv satellitare ha inoltre precisato che la "versione free di Sky Tg24 sul canale 27 avrà solo una parte del servizio, in un palinsesto che comprenderà anche documentari, approfondimenti e film, nel rispetto dei canoni imposti al canale". Su una posizione decisamente più appetibile di quella del Tgcom by Mediaset (canale 51) o di RAI News (LCN 48) - perché intercettabile anche da parte degli utenti che scorrono i canali in sequenza (di norma fino al segmento LCN 30/35) -, l'ingresso di Sky TG24 nel DTT rischia di alterare non poco gli equilibri dell'informazione 24H, per ora suddivisa tra Mediaset e RAI. E proprio a riguardo dell'ipotesi che RAi possa intraprendere un'azione legale contro Sky (presumibilmente contestando l'incongruenza tra il contenuto teoricamente tematico di un programma associato ad un canale nell'area semigeneralista), Zappia ha risposto: "Sky non sta facendo qualcosa di sbagliato, quindi non ha nulla da temere", afferma, spiegando che il nuovo canale è di tipo semigeneralista e non comprende solo news ma tanto altro, come prevedono le regole. L'a.d. di Sky Italia sottolinea invece l'importanza "di allargare l'offerta informativa in un momento come questo nel quale la libertà di espressione è stata messa a dura prova". Le trasmissioni del nuovo canale di Sky Tg24 partirannno domani alle 7,00 offrendo, assieme all'informazione di Sky Tg24, una serie di programmi firmati Sky e di film ispirati ad aspetti della realtà e dell’attualità. "Vogliamo mettere Sky Tg24 a disposizione del Paese", ha detto la direttrice Sarah Varetto, rimarcando la volontà di non fare talk show ("ce ne sono già tanti e fatti bene"), ma con l'intenzione invece di incrementare "la quota di inchiesta e di allineare sempre più il linguaggio del giornalismo a quello del cinema o delle serie tv più belle", ponendo l'accento sui temi cari a Sky: la lotta alla corruzione, il dissesto idrogeologico e la sicurezza alimentare. Proprio martedì sera alle 20,20 sul nuovo canale 'Le mani sul Paese', una serie di inchieste sulla corruzione, aprirà un nuovo capitolo, che sarà arricchito da intercettazioni inedite su 'Mafia Capitale' e nuovi dati sul fenomeno della corruzione in Italia. E ancora i reportage sulla sicurezza alimentare di 'Veleno nel piatto', un focus sull’alimentazione che mostra come cibi considerati indispensabili nella nostra dieta, non siano affatto sicuri. Nuovi linguaggi dell'informazione che, come ha sottolineato Scrosati, "deve evolversi ogni giorno e Sky lo ha sempre fatto". A Sky Tg24, ha aggiunto Scrosati, "c'è un team forte che si è sempre aperto a collaborazioni esterne senza paura di contaminarsi e di mettersi in discussione". Nell’ultimo triennio, Sky Tg24 ha fatto registrare una crescita significativa (+40% degli spettatori unici giornalieri rispetto al periodo 2007/2010) e nel 2014 è stato il canale più visto della piattaforma Sky. Con il lancio del nuovo canale, Sky Tg24 si rafforzerà, anche sulla elezione del nuovo Presidente della Repubblica e le vicende politiche che la accompagneranno. Proprio nel racconto della scelta del nuovo Capo dello Stato, grazie alla partnership con Twitter Italia, per la prima volta in Italia Sky Tg24 utilizzerà in esclusiva le Twitter Poll Card per sondare in tempo reale i pronostici degli italiani in merito all’elezione del Presidente della Repubblica. A partire dal 26 gennaio le persone avranno la possibilità di interagire sulla loro timeline con le Twitter Poll Card ed esprimere la loro preferenza. Inoltre, da domenica 1 febbraio alle 23 torna la seconda stagione di 'Vice on Sky Tg24' che porta in tv nuovi volti e nuove storie, anche sul Canale 27 del digitale terrestre. Altrettanto accadrà con il filone di documentari curati da Beatrice Borromeo e prodotti da Wildside, dal titolo 'Lady 'Ndrangheta': ritratti inconsueti del ruolo delle donne nell’organizzazione mafiosa che sta allungando la sua ombra su molti Paesi del mondo. Infine, la programmazione del canale, dall'1,00 alle 6,00 del mattino sarà dedicata alle meraviglie d'arte del nostro Paese. Ma ci saranno anche cinema e serie tv. (E.G. per NL)
26/01/2015 12:25
 
NOTIZIE CORRELATE
“Siamo delusi dall’intervento del Direttore Generale in Commissione Parlamentare di Vigilanza sul tema della Convezione di Servizio Pubblico. Ci saremmo aspettati un intervento con dati alla mano: entrate 2016, previsione entrate 2017 e 2018 e relativo progetto industriale”.
Intrattenimento in day time e talk show incentrati su casi di cronaca? Il direttore generare Rai Antonio Campo Dall’Orto potrebbe dire “Non parliamone più”, parafrasando il titolo della trasmissione di Rai Uno (Parliamone sabato) recentemente chiusa per le polemiche su uno dei suoi approfondimenti.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).