Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, operatori tv locali. Pubblicate graduatorie frequenze coordinate Piemonte e Toscana

Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
Le frequenze sono state aggiudicate esclusivamente ad operatori di rete in ambito locale, collocati utilmente in graduatoria, secondo le modalità disposte dalla legge di stabilità 2015 (legge 190/2014, art. 1, comma 147). Gli ultimi aggiornamenti riguardano il canale UHF 60 per il Piemonte e il 58 per la Toscana. (E.G. per NL)

BANDI DI GARA

 
GRADUATORIE

PIEMONTE

canale 60

 

 CH 60 - Determina 31 ottobre 2016

LOMBARDIA

canale 7

canale 11


CH 7 - Determina 12 ottobre 2016

CH 11 - Determina 12 ottobre 2016

VENETO

canale 58

canale 60

CH 58 - Determina 21 settembre 2016

FRIULI V. G.

canale 58

canale 60

 

 

CH 60 - Determina 21 settembre 2016

EMILIA ROMAGNA

canale 58

canale 60

 

 

CH 60 - Determina 26 settembre 2016

MARCHE

canale 6

canale 58

canale 60

 

 

CH 58 - Determina 28 settembre 2016Nuovo bando

CH 60 - Determina 28 settembre 2016

ABRUZZO

canale 6

canale 7

canale 58

 

CH 6 - Determina 6 ottobre 2016

 

CH 58 - Determina 6 ottobre 2016

MOLISE

canale 60

 

CH 60 - Determina 12 ottobre 2016

CAMPANIA

canale 6

 

CH 6 - Determina 31 ottobre 2016

PUGLIA

Canale 7

Canale 24

Canale 58

Canale 60

 

 

CH 24 - Determina 21 settembre 2016 - Errata corrige 5 ottobre 2016

CH 58 - Determina 21 settembre 2016

CH 60 - Determina 21 settembre 2016

BASILICATA

canale 6

 

CALABRIA

canale 58

 

CH 58 Determina 12 ottobre 2016

SARDEGNA

canale 60

 

TOSCANA

canale 58

 

CH 58 - Determina 31 ottobre 2016

LIGURIA

canale 58

 

CH 58 - Determina 12 ottobre 2016

02/11/2016 06:57
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha espresso “Soddisfazione per la nuova concessione che si attendeva da più di vent’anni. Si tratta di un testo fortemente innovativo sotto molteplici aspetti a cominciare dalla previsione di un nuovo piano editoriale e caratterizzato dalla separazione delle attività di servizio pubblico rispetto a quelle di mercato. Il nuovo modello concessorio permetterà di realizzare un uso più efficiente delle risorse, un miglioramento del servizio e la razionalizzazione degli assetti industriali e finanziari.”
A seguito di verifiche effettuate il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato gli elenchi aggiornati degli ammessi alla procedura di selezione comparativa per l'assegnazione delle frequenze in onde medie asincrone e sincrone prevista dalla Delibera 3/16/CONS.
"La famiglia Tacchino, proprietaria delle emittenti, decide il licenziamento del 60% delle lavoratrici e dei lavoratori di Telecity-Telestar-Italia 8 e la contestuale chiusura delle sedi di Torino e Genova." Lo annuncia una nota congiunta di Fnsi e Slc Cgil.
Conclusa la cessione di un asset dell’emittente Telecolor a Sestarete; Advisor: Consultmedia. La prima struttura italiana di competenze a più livelli in ambito mediatico Consultmedia (collegata a questo periodico) ha assistito le società Telecolor s.p.a. (Cremona) e Beacom s.r.l. (Torino), nella cessione dalla prima alla seconda di un asset aziendale costituito dall’autorizzazione regionale per il Piemonte per fornitura di servizi di media audiovisivi sul digitale terrestre tv con associato l’importante logical channel number 19 (numerazione automatica del telecomando).
Il Ministero dello Sviluppo Economico (DGSCERP) ha comunicato all’Associazione TV Locali di Confindustria RTV che le procedure di erogazione dei contributi (anno 2015) ex L.448/98 alle emittenti televisive locali subiranno ritardi "per cause non dipendenti dalla volontà dell’amministrazione".