Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT. Piemonte. A breve le prime trasmissioni in chiaro in 3D Tile Format
Sisvel presentò questa innovativa tecnica di trasmissione all’IFA di Berlino tenutosi lo scorso settembre. Ora è pronta per utilizzarla per le trasmissioni in chiaro del digitale terrestre in Piemonte, in collaborazione con Quartarete Tv e CSP Innovazione nelle ICT.
Si tratta del 3D Tile Format, l’innovativa tecnologia che permetterà agli operatori di trasmettere in tre dimensioni senza raddoppiare l’occupazione della banda. Infatti, questo sistema consentirà a chiunque disponga di un tv 3D Ready di visualizzare il programma in maniera tridimensionale, ma allo stesso tempo, i telespettatori dotati di tv Full HD o HD Ready potranno visualizzare lo stesso flusso in due dimensioni, senza dover rinunciare a visualizzare il canale perché diviso in due aree (come accade ad oggi anche per Sky Sport 3D, per esempio). Insomma, diversamente da quanto finora è stato proposto sul mercato internazionale (tecnologie Side-by-Side e Top-Bottom), la tecnica sviluppata da Sisvel Technology non costringe l’operatore a proiettare le due immagini necessarie alla visione stereoscopica (una per l’occhio destro, l’altra per il sinistro), ma le comprime in un solo fotogramma ad alta definizione. Un passo avanti per il DTT italiano, ma soprattutto per le trasmissioni piemontesi. Come riportato in un contributo del sito web del magazine Millecanali, “ancora una volta - come lo fu per le prime trasmissioni televisive - il Piemonte guida un processo di rilevante valore industriale, tecnologico ed economico grazie ad un’iniziativa che apre una strada che verrà seguita nei prossimi mesi da altri territori in Italia ed Europa”. Rimane però da chiedersi chi ne trarrà vantaggio, oltre agli operatori nazionali, considerando tutti i problemi che caratterizzano attualmente il panorama televisivo italiano. Per molti del resto, il dilemma di quale tipologia di trasmissione scegliere potrebbe non arrivare mai (stiamo effettivamente parlando di una tecnica che sorprende, stupisce, ma è ancora ben lontana dal diventare diffusa e popolare). Almeno finché non avrà occupato non solo con le frequenze, ma anche con palinsesti, lo spazio concessogli nel sistema digitale terrestre italiano. (M.M. per NL)
02/12/2010 15:55
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
"La famiglia Tacchino, proprietaria delle emittenti, decide il licenziamento del 60% delle lavoratrici e dei lavoratori di Telecity-Telestar-Italia 8 e la contestuale chiusura delle sedi di Torino e Genova." Lo annuncia una nota congiunta di Fnsi e Slc Cgil.