Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT: Regione Umbria, preoccupazione per anticipazione migrazione integrale al digitale
"Forte preoccupazione per la volonta' del governo nazionale di anticipare di un anno il passaggio al digitale terrestre in Umbria e Toscana" e' stata ribadita questa mattina dall'assessore della Regione Umbria, Stefano Vinti, nel corso della sua visita all'azienda Telit - Bts di Bastia Umbra.
L'assessore ha annunciato che chiedera' il mantenimento della scadenza prevista per 2012 al tavolo nazionale convocato per martedi' 2 marzo al ministero dello sviluppo economico. "Le nostre aziende - ha detto - stanno lavorando per essere pronte alla scadenza del 2012 e questa ipotesi di anticipo potrebbe creare notevoli difficolta'". "Grande apprezzamento per la qualita' che la Telit - BTS di Bastia Umbra riesce ad offrire alle piu' importanti realta' radiofoniche nazionali" e' stato espresso in questa occasione dall'assessore Vinti. La Telit e' una societa' che opera nel settore delle telecomunicazioni e sistemi di interconnessione wireless. Invitato dal titolare Raffaele Vissani, Vinti ha fatto visita all'azienda e ha avuto modo di conoscere le varie specificita' che la contraddistinguono. (AGI)
25/02/2011 16:39
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.