Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT, Toscana: Rossi, Regione sosterrà emittenza tv locale
 ''In vista del passaggio al digitale terrestre la giunta regionale della Toscana ha intenzione di promuovere una politica di sostegno all'emittenza televisiva locale, cosi' da scongiurare contraccolpi a un'industria che in Toscana occupa 500 persone''.
Lo ha dichiarato il presidente della giunta regionale Enrico Rossi, rispondendo a un'interrogazione dei consiglieri della Lega Nord Marina Staccioli, Antonio Gambetta Vianna e Gian Luca Lazzeri. Nel corso della sua risposta, Rossi ha ricordato che il calendario della transizione al digitale terrestre, piu' volte modificato dal Governo, ''e' stato di fatto sospeso con il decreto approvato lo scorso 31 marzo e in fase di conversione''. Il decreto, con il quale il Governo ha messo in vendita le frequenze 61/69 a favore degli operatori di telefonia mobile, ha rinviato la definizione del calendario al prossimo 30 settembre. Intanto, la Giunta regionale, dopo aver inviato una dettagliata richiesta di informazioni, ''ha concordato un incontro con gli organi ministeriali di coordinamento tecnico per i primi giorni di maggio'' per sapere quando verra' comunicata la data ufficiale dello switch off; se ci saranno date diverse per le diverse aree della Toscana; quante e di che qualita' saranno le frequenze disponibili a livello regionale; se sara' possibile introdurre criteri qualitativi nei bandi di assegnazione delle frequenze che saranno gestiti dall'Agcom e dal ministero; quali risorse il ministero intende destinare alla comunicazione dello switch off in sede locale e la conferma delle facilitazioni per l'acquisto di decoder destinate ai cittadini con piu' di 65 anni con basso reddito.(Asca)
 
 
28/04/2011 05:23
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico sta inviando  ai titolari delle autorizzazioni per la fornitura di servizi di media audiovisivi per la diffusione in tecnica digitale su frequenze televisive terrestri in ambito nazionale e locale un avviso con il quale ricorda che sono in scadenza le autorizzazioni rilasciate dal Ministero nel 2005 (ovviamente l’invio è progressivo e quindi riguarderà poi quelle rilasciate negli anni successivi).
Il lento convoglio delle misure di sostegno alle emittenti TV locali per il 2015 ha superato un’altra stazione. Lo fa sapere a questo periodico Confindustria Radio Televisioni, spiegandoci che “l’INPGI ha comunicato di aver inviato al Mise venerdì u.s. una prima tranche delle certificazioni di regolarità contributiva relative ai giornalisti in forza alle aziende. L’ente ha informato che una ulteriore tranche sarà trasmessa al Mise presumibilmente nella settimana corrente”.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico degli aggiornamenti alle graduatorie regionali relative ai fornitori di servizi di media audiovisivi, per il servizio televisivo digitale terrestre, oggetto dal Bando del 02/05/2016.
I ritardi nell’erogazione delle misure di sostegno per le TV locali si accumulano come quelli di convogli nell’eventualità di un guasto ferroviario.