Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
DTT: verso la conclusione dello switch-off nazionale
Con la pubblicazione dei bandi per l’assegnazione delle frequenze radiotelevisive in tecnica digitale terrestre alle emittenti operanti nelle Regioni Sicilia e Calabria ci si avvia verso la conclusione del processo di transizione definitiva alla nuova tecnologia numerica.
Nonostante le pressioni provenienti dalla Regione Sicilia circa uno slittamento del termine fissato per lo switch-off nell’isola, il Ministero dello Sviluppo Economico – Comunicazioni è andato avanti, avviando la procedura per l’attribuzione dei diritti d’uso delle frequenze, che prevede la predisposizione della graduatoria di cui all’art. 4, del decreto legge 31 marzo 2011, n. 34, convertito con modificazioni, dalla legge 26 maggio 2011, n. 75. Tale procedura ad oggi è stata dunque applicata a tutte le aree non digitalizzate alla data del 1° gennaio 2011, cioè Liguria, Toscana, Umbria, Marche, provincia di Viterbo, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e, appunto, Calabria e Sicilia. Resta da vedere se anche le regioni già digitalizzate alla citata data del 1° gennaio 2011 dovranno fare i conti con la dura regola delle graduatorie per la riassegnazione delle frequenze. Intanto c’è fermento tra gli operatori di rete delle Regioni interessate dal bando che prevede l’attribuzione di misure economiche compensative per il volontario rilascio dei canali da 61 a 69 (Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Lazio – esclusa Viterbo - e Campania), dopo i chiarimenti resi dal Ministero in merito, tra l’altro, alle modalità di attuazione delle intese per il rilascio di frequenze che non coprano l’intera regione, ai canali che possono essere rilasciati ed alla possibilità di effettuare compravendite dei diritti d’uso entro la data di scadenza del bando, fissata al prossimo 30 marzo. (D. A. per NL)
25/03/2012 22:09
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).