Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria, GB: Murdoch si appresta a vendere i giornali. E' la ripercussione dello scandalo tabloid-gate esploso
Il magnate australiano Rupert Murdoch si appresterebbe a vendere tutti i suoi giornali dopo la separazione in due distinte societa' del gruppo News Corp.
Una con le attivita' piu' remunerative, tv, cinema e intrattenimento - che rappresentano il 90% dei 4,2 miliardi di dollari di fatturato annuo totale del gruppo - e la seconda con quelle editoriali. E' quanto suggerisce il britannico Daily Telegraph rivelando che il magnate di origine australiano si e' dimesso nel corso della settimana - senza darne notizia - dalla guida delle diverse societa' che gestiscono i quotidiani britannici del gruppo (The Times, The Sunday Times, The Sun, The Sun on Sunday). Murdoch ha infatti lasciato i consigli di amministrazione di News International, della Times Newspaper Holdings e la News Corp Investment. Non solo. Il tycoon si e' dimesso dai diverse societa' responsabili della pubblicazione dei suoi giornali negli Usa (tra gli altri Wall Street Journal, New York Post), in un'operazione che deve essere ancora rivelata nei dettagli alla Sec, la Consob americana. Tutta l'operazione, se trovera' conferma, e' la ripercussione dello scandalo tabloid-gate esploso nel luglio del 2011. Il caso, partito dalle intercettazione illegali dei vip e le mazzette ai poliziotti per garantire gli scoop al domenicale britannico 'News Of The World', che fu costretto a chiudere dopo 168 anni, ha travolto il magnate ed ha stroncato la carriera del figlio James e portato in carcere molti giornalisti del gruppo. (Franco Abruzzo.it)
 
 
22/07/2012 17:42
 
NOTIZIE CORRELATE
In un articolo del 15 marzo, pubblicato sul blog ufficiale di Viacom (Visual & Audio Communications - conglomerato di media statunitense con vari interessi in tutto il mondo nei canali televisivi satellitari e via cavo), si legge: “Insieme a Fox Networks Group e Turner siamo lieti di annunciare la nascita di OpenAP, la piattaforma avanzata di rilevazione audience nel settore televisivo”.
Il gruppo Fox si tinge di rosa con il nuovo portale tutto al femminile, FoxLife.it, ma non solo: spinta in avanti per serie tv ed investimento concreto nel digitale.
News Corp chiude in perdita il suo secondo trimestre fiscale: determinanti gli oneri dovuti alle attività australiane connesse alla stampa. Il gruppo editoriale di Rupert Murdoch che pubblica, tra gli altri, il Wall Street Journal e The Sun, ha rilevato un rosso di 219 mln di dollari nei tre mesi al 31 dicembre scorso contro i 106 mln del periodo omologo dell'anno precedente.
Perdite di 38,1 mln di euro per Sky Italia nei conti 2016 (almeno fino al giugno di quest’anno), sebbene con un fatturato in crescita che ha raggiunto 2,8 miliardi, di cui più dell’80% derivato dagli abbonamenti residenziali della pay tv.
Sky Italia ha chiuso il secondo trimestre dell’anno fiscale 2016 (30/06/2016), vedendo crescere gli abbonati (+17mila) e i ricavi (+13%), attestando l'utile operativo a 67mln di euro, in sensibile diminuzione (-11mln) rispetto allo scorso anno fiscale.