Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria, Rcs. Cairo: mie azioni sempre quelle (3%). Non condiviso bilancio, ma azienda potrebbe creare valore
La quota di Urbano Cairo in Rcs è stabile. "Le mie azioni sono sempre quelle", ha detto l'editore nel corso della presentazione del palinsesto di La7.
"Avevo il 3,7% che si è poi ridotto al 3% con la conversione" delle risparmio in ordinarie, ha spiegato. All'assemblea di bilancio di Rcs, Cairo era stato l'unico azionista ad esprimere voto contrario: "Una cosa che non è bella della Rizzoli è che ci siano polemiche su argomenti che andrebbero affrontati in altre sedi e non sui giornali – ha detto oggi interpellato sulla vicenda -. Quanto al mio voto contrario in assemblea, da parte mia non c'era condivisione e apprezzamento su quel tipo di bilancio. Non voglio entrare nei dettagli, sarebbe poco elegante, ma quando voti contro è perché non convidi". Cairo è poi tornato sulla decisione di investire in Rcs: "È un gruppo che ha 5 quotidiani importanti in Italia e in Spagna, oltre alle attività librarie e ai periodici. Secondo me, questa azienda se gestita in un certo modo, può creare valore – ha detto -. Chiaramente bisogna lavorarci". (ANSA)
 
11/07/2014 10:23
 
NOTIZIE CORRELATE
Cairo Editore ha registrato, nel 2016, una crescita del 7% (rispetto al 2015) in termini di raccolta pubblicitaria proveniente dalle testate del gruppo, per un totale di 27,6 mln di euro (nel 2015 sono stati invece 25,8 mln).
L’Effetto Sanremo, ossia il picco di ascolti che Rai 1 registra durante il Festival, consegna al primo canale nazionale la cima della classifica dello share (17,61%) riferito alla prima serata di febbraio 2017 e al target “commerciale” di utenti tra i 15 e i 54 anni.
Valorizzare gli ascolti in netta crescita e migliorare il fatturato: questo è l’obbiettivo di Urbano Cairo per quanto riguarda il 2017.
Tempi d’oro per Urbano Cairo e la sua La7, che godono dei risultati derivanti dall’aver scommesso sull’informazione e l’approfondimento politico nel disegnare il proprio palinsesto.
Più di 100 mln di perdita in meno rispetto all’anno scorso e al contempo più di 100 mln in meno di debiti, nonostante i ricavi siano ancora in calo.