Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Editoria. Scontro tra i figli di Murdoch dopo scandalo intercettazioni. Elisabeth contro James: profitto senza scopo ricetta disastro
E' scontro aperto nella famiglia Murdoch: la figlia del magnate australiano Rupert, Elisabeth, ha infatti preso le distanze dal fratello James nel suo primo intervento pubblico sullo scandalo intercettazioni che ha travolto il gruppo del padre, News Corporation, sottolineando la necessità di puntare più sui valori morali che sul profitto.
"Il profitto senza scopo è una ricetta per il disastro", ha detto ieri sera Elisabeth, intervenendo al festival di Edimburgo, evidenziando come nel discorso tenuto tre anni fa dal fratello, sempre ad Edimburgo, James avesse "dimenticato qualcosa", quando aveva detto che "l'unica garanzia affidabile e costante di indipendenza è il profitto". A un anno dallo scandalo delle intercettazioni, Elisabeth ha quindi affermato la necessità per News Corporation di rivedere i suoi scopi. L'azienda si "sta ponendo in questo momento questioni importanti e difficili per capire come è potuto accadere che ci siano stati comportamenti tanto lontani dai propri valori", ha detto. E "una delle principali lezioni da trarre da quanto accaduto lo scorso anno è la necessità di istituzionalizzare una rigorosa griglia di valori basata su un'esplicita affermazione di scopo". Sebbene molti abbiano letto questo discorso come il tentativo della secondogenita di Murdoch di accreditarsi come futuro leader del gruppo, una persona a lei vicina ha dichiarato al Financial Times che Elisabeth non desidera gestire l'azienda nè assumervi un maggior ruolo. A differenza dei fratelli Lachlan e James, da 10 anni impegnati nel gruppo di famiglia, Elisabeth è entrata nell'azienda del padre solo lo scorso anno, quando News Corporation ha acquistato la sua società, Shine, creata nel 2001.(TMNews)
 
24/08/2012 16:27
 
NOTIZIE CORRELATE
News Corp chiude in perdita il suo secondo trimestre fiscale: determinanti gli oneri dovuti alle attività australiane connesse alla stampa. Il gruppo editoriale di Rupert Murdoch che pubblica, tra gli altri, il Wall Street Journal e The Sun, ha rilevato un rosso di 219 mln di dollari nei tre mesi al 31 dicembre scorso contro i 106 mln del periodo omologo dell'anno precedente.
Perdite di 38,1 mln di euro per Sky Italia nei conti 2016 (almeno fino al giugno di quest’anno), sebbene con un fatturato in crescita che ha raggiunto 2,8 miliardi, di cui più dell’80% derivato dagli abbonamenti residenziali della pay tv.
Sky Italia ha chiuso il secondo trimestre dell’anno fiscale 2016 (30/06/2016), vedendo crescere gli abbonati (+17mila) e i ricavi (+13%), attestando l'utile operativo a 67mln di euro, in sensibile diminuzione (-11mln) rispetto allo scorso anno fiscale.
Ha il via anche in Italia, dal 24 giugno, il rebranding del servizio SVOD di Sky che diventa Now Tv, come già fatto nel Regno Unito nel 2012. L’obiettivo è offrire un servizio meno caro, aumentare i contenuti e proporli tutti in HD.
Il gruppo di Rupert Murdoch chiude il terzo trimestre con perdite per 131 milioni di euro a causa di un fatturato complessivo che cala del 7%. In positivo solo i servizi web in campo immobiliare.