Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Elezioni amministrative del 6 e 7 maggio – divieto diffusione sondaggi politico elettorali

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

19/04/2012 10:33
 
NOTIZIE CORRELATE
Con riferimento al referendum costituzionale previsto per il prossimo 4 dicembre, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ricorda che a partire dalle ore 24 di venerdì 18 novembre 2016 e fino alla chiusura dei seggi elettorali, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere i risultati di sondaggi demoscopici sull’esito del referendum o comunque relativi al quesito referendario.
"Ancora una volta le norme sulla par condicio, applicate al solo iper regolamentato mezzo televisivo, dimostrano la loro vetustà.
La cronaca politica non è misurabile o valutabile ne' con la clessidra, ne' con il cronometro".
Il 28 settembre 2016 è stato pubblicato in GU il decreto di indizione del Referendum popolare confermativo della legge di riforma costituzionale fissato per il 4 dicembre. Questa data segna dunque l’inizio della campagna referendaria e del regime di applicazione della legge sulla par condicio.
Oggi, in concomitanza con la convocazione dei comizi che segnano l’inizio del periodo elettorale, entra in vigore la delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) n. 137/16/CONS, che detta le regole di par condicio in vista delle prossime elezioni amministrative di domenica 5 giugno 2016.
Con riferimento al referendum previsto per il prossimo 17 aprile, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ricorda che, a partire dalla mezzanotte del 1° aprile 2016 e fino alla chiusura delle operazioni di voto, è vietato rendere pubblici o comunque diffondere con qualunque mezzo i risultati di sondaggi