Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Gb: Murdoch ottiene via libera da governo per Opa totalitaria su BSkyB
Rupert Murdoch ha ottenuto il via libera in linea di principio dal governo britannico per procedere all'opa totalitaria su BSkyB, di cui possiede gia' il 39,1%.
Il ministro della cultura, Jeremy Hunt, incaricato del dossier, dovra' ora prendere una decisione finale entro il 21 di marzo e appare probabile una allineamento alla decisione odierna del governo. Meno probabile invece l'ipotesi che il dossier venga rimandato all'attenzione dell'antitrust britannico. Il magnate australiano sembra dunque essere riuscito a vincere un'altra battaglia cruciale: per convincere il governo che non esistono problemi di concentrazione e verra' mantenuto un tasso sufficiente di pluralismo dell'informazione, Murdoch ha promesso di separare la catena di informazione SKy News dal resto di BSkyB facendone una "compagnia indipendente". Murdoch aveva offerta lo scorso giugno 7,8 miliardi di sterline per acquistare il resto delle azioni di BSkyB che con 10 milioni di abbonati e' diventata nel corso del tempo una formidabile macchina generatrice di profitti. Nel semestre terminato a dicembre, la piattaforma satellitare ha registrato profitti per 407 milioni di sterline (+59%) su un fatturato in crescita del 15% a 3,2 miliardi. cop (Radiocor)
04/03/2011 00:06
 
NOTIZIE CORRELATE
News Corp chiude in perdita il suo secondo trimestre fiscale: determinanti gli oneri dovuti alle attività australiane connesse alla stampa. Il gruppo editoriale di Rupert Murdoch che pubblica, tra gli altri, il Wall Street Journal e The Sun, ha rilevato un rosso di 219 mln di dollari nei tre mesi al 31 dicembre scorso contro i 106 mln del periodo omologo dell'anno precedente.
Perdite di 38,1 mln di euro per Sky Italia nei conti 2016 (almeno fino al giugno di quest’anno), sebbene con un fatturato in crescita che ha raggiunto 2,8 miliardi, di cui più dell’80% derivato dagli abbonamenti residenziali della pay tv.
Sky Italia ha chiuso il secondo trimestre dell’anno fiscale 2016 (30/06/2016), vedendo crescere gli abbonati (+17mila) e i ricavi (+13%), attestando l'utile operativo a 67mln di euro, in sensibile diminuzione (-11mln) rispetto allo scorso anno fiscale.
Ha il via anche in Italia, dal 24 giugno, il rebranding del servizio SVOD di Sky che diventa Now Tv, come già fatto nel Regno Unito nel 2012. L’obiettivo è offrire un servizio meno caro, aumentare i contenuti e proporli tutti in HD.
Il gruppo di Rupert Murdoch chiude il terzo trimestre con perdite per 131 milioni di euro a causa di un fatturato complessivo che cala del 7%. In positivo solo i servizi web in campo immobiliare.