Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Governo Monti e professioni regolamentate: il premier ne annuncia il riordino. Si andrà al di là della riforma varata con la L. 183/2011

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

19/11/2011 09:57
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti esprime preoccupazione per l’inasprimento tout court delle pene per l’esercizio abusivo delle professioni regolamentate, approvato dal Senato e che sarà ora al vaglio della Camera dei Deputati.
Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 15 giugno scorso, in via preliminare, uno schema di regolamento di attuazione dei principi dettati dall’articolo 3, comma 5, del Decreto Legge n. 138 del 2011 in materia di professioni regolamentate.
Una tre giorni di respiro nazionale per parlare delle oltre settanta nuove professioni non regolamentate del mondo della comunicazione.
"Tutto è instabile, tutto rischia di rovinarci addosso. E proprio in questa situazione il Presidente della Repubblica Italiana pensa di sortire da essa con una sorta di imitazione delle dittature romane che abbiamo studiato perché amavamo e amiamo i classici [...].
Avviata istruttoria nei confronti degli Ordini di Chieti, Roma, Milano, Latina, Civitavecchia, Tivoli, Velletri, Tempio Pausania, Modena, Matera, Taranto e Sassari.