Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Il Gruppo Editoriale l’Espresso fa faville in borsa. E scopre il business del network provider
Rispetto ad un 2009 privo di dividendi a causa del bilancio colpito dalla crisi economica internazionale, il 2010 sembra promettere bene per il gruppo editoriale che fa riferimento a Carlo De Benedetti.
Nonostante una riduzione del prezzo dell’azione della società – target price – da 2,3 a 2 euro operata da Deutsche Bank, gli analisti finanziari prevedono per l’anno in corso un forte aumento dell’ebitda che arriverebbe ai 77 milioni di euro contro i 58 milioni dell’anno precedente. A guardare l’ultimo mese di raccomandazioni effettuate il titolo del gruppo si è aggiudicato solo raccomandazioni positive: Deutsche Bank che da hold è passata a raccomandare buy; Equita Sim e Banca Leonardo attribuiscono buy; Mediobanca invece propende per neutral; Banca Akros aveva consigliato un accumulate. Le maggiori entrate trovano ragion d’essere anche nell’attività di locazione a terzi dei cinque programmi disponibili sui due multiplex del gruppo l’Espresso. Secondo gli analisti, alla fine del 2010 le entrate derivanti dai programmi di terzi veicolati saranno pari a 4 milioni di euro, per poi salire vertiginosamente a quota 24 milioni entro il 2012. E il colosso di Rupert Murdoch starebbe contribuendo a far crescere il Gruppo Editoriale l’Espresso con il programma Cielo (LCN 10) domiciliato sul vettore Rete A. (M.C. per NL)
26/07/2010 15:28
 
NOTIZIE CORRELATE
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Secondo quanto riportato dal Sole24ore, Viacom Networks sarebbe intenzionata a riportare Mtv sul digitale terrestre. Il canale prescelto dovrebbe essere il numero 49, ora di proprietà del gruppo americano Scripps Networks, il quale intenderebbe spostare il proprio business sul LCN 33 (rilevato la scorsa estate dalla sfortunata Agon Channel).
Nessun cambio di orientamento della DGSCERP del Ministero dello Sviluppo Economico a riguardo dell’affitto di ramo d’azienda di un'autorizzazione di fornitura di servizi di media audiovisivi con annesso logical channel number (LCN).