Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Ispettorati territoriali: nuovo direttore in Liguria

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

07/07/2010 09:53
 
NOTIZIE CORRELATE
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia -  c.d. frequenze coordinate -  non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure  avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
Sono in corso in queste settimane delle verifiche a tappaeto degli impianti FM da parte di molti Ispettorati territoriali del Ministero dello Sviluppo Economico.
Con riguardo all’applicazione del nuovo D.Lgs.128/16 per la messa a disposizione sul mercato di apparecchiature radio, in caso di autorizzazione a modifiche di impianti Radio TV (ex D.Lgs.177/05), all’utente finale (vale a dire all’emittente) viene richiesto di esibire la certificazione (nonché la documentazione a corredo) in caso di messa in servizio di nuove apparecchiature radio.
Come noto, a mente delle norme ITU-R, perché esista un’interferenza occorre che il segnale interferito abbia un c.e.m. utile, non potendo in caso contrario rivendicare protezione, atteso che il territorio esaminato non rientrerebbe nella “area di copertura”.
Conclusa anche la procedura per la Liguria relativa alla presentazione delle domande volte ad ottenere le misure economiche di natura compensativa per il rilascio volontario delle frequenze televisive interferenti ai sensi del D.M. 17/04/2015, attuativo dell’art. 6, c. 9, del D.L. 145/2013, convertito dalla L. 9/2014, come modificata dall’articolo 1, comma 147, della L. 190/2014.