Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Libri. Circolazione stradale e responsabilità penale. Normativa e giurisprudenza

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

17/04/2013 13:21
 
NOTIZIE CORRELATE
In questo volume, l'Avv. Letizia D'Altilia fornisce un quadro esaustivo ed accurato dei reati societari in materia di falsità alla luce dei più recenti interventi legislativi e giurisprudenziali.
Fin dalle sue primordiali origini, la Chiesa si diede regole e statuti riguardanti la gerarchia, i riti liturgici e la catechesi, stabilendo di pari passo le normative atte a punire le condotte riprovevoli e lesive della comunione, messe in atto sia da chierici che da laici.
Con il Trattato di Lisbona - firmato il 13 dicembre 2007 ed entrato ufficialmente in vigore il 1 dicembre 2009 - e la configurazione di un comune "Spazio penale europeo" si sono aperti scenari inediti per il nostro processo penale.
Il "Commentario giurisprudenziale per il dibattimento penale" di Mario D'Onofrio (magistrato) e Salvatore Caltabianco (avvocato), aggiornata alla giurisprudenza recente, si propone come uno strumento di ausilio per l'operatore del diritto al fine di risolvere dubbi e interpretazioni nella fase più delicata del processo penale: il dibattimento.
Come noto, l'art. 335 c.p.p. (“Registro delle notizie di reato”) disciplina l’obbligo del pm di iscrivere il nome della persona cui il reato è attribuito e di annotare ogni mutamento della qualificazione giuridica del fatto o delle sue circostanze.