Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Libri. Storia delle televisioni in Italia. Dagli esordi alle web tv
 
Dal focolare domestico alle web tv, dall’offerta generalista a quella tematica, dal monopolio al sistema misto, dal controllo pubblico al mercato, la televisione è stata protagonista della storia del nostro paese negli ultimi sessant’anni.
La regina dei media è un racconto popolare permanente, la vecchia metafora barocca del teatro del mondo, cioè il mondo che riconsidera di continuo se stesso”, come si legge nell’introduzione al testo. Per un lungo tratto di cammino, la storia della televisione ha coinciso e proceduto di pari passo con quella della Rai, nell’era del monopolio, del controllo governativo, dell’egemonia democristiana, poi del dialogo tra cattolici e socialisti. Questo volume ne ripercorre l’avventura, con lo sguardo rivolto ai suoi protagonisti (partiti, governi, istituzioni, manager pubblici, dirigenti, imprenditori, artisti, giornalisti, intellettuali, tecnologie) e con la consapevolezza di essere davanti a uno snodo cruciale, nel mezzo di una transizione in cui al vecchio modo di fare e vedere la tv si sovrappone il nuovo, in un rimescolamento di usi, modi e linguaggi dagli esiti imprevedibili. Ne è passata di strada dagli anni ’30 del secolo scorso quando, sulla scia degli esperimenti sulle trasmissioni di immagini a distanza effettuati da Germania, Gran Bretagna e Francia, anche in Italia EIAR, SAFAR e Magneti Marelli hanno iniziato le loro ricerche. L’autrice, Irene Piazzoni, docente di Storia Contemporanea all’Università degli Studi di Milano, grande esperta in ambito di storia dell’editoria, del giornalismo e dello spettacolo, ripercorre gli apogei e le crisi della televisione, proponendo ai lettori una panoramica sui programmi e sulle personalità che hanno contribuito ai successi e alla diffusione capillare degli schermi, senza dimenticare l’importanza dell’aspetto legislativo che fin dagli esordi regola e disciplina il settore. Il testo, edito da Carocci Editore (www.carocci.it) è disponibile alla vendita al costo di € 19,00. (V.R. per NL)
 
03/10/2014 08:19
 
NOTIZIE CORRELATE
Pubblichiamo in esclusiva per questa rubrica due documenti introvabili per gli appassionati della storia delle prime radio e tv locali italiane.
Il de profundis del monopolio RAI fu intonato per la diffusione su scala locale. Tuttavia una fine elaborazione dottrinale e l'evoluzione sociale, politica e tecnologica consentirono a breve l'estensione dei benefici liberistici all'ambito nazionale.
Dal punto di vista tecnico l'impresa ha una dotazione al pari di quella di Radio 24, emittente italiana volta ad illuminare Zurigo con 50 kW da Pizzo Groppera, sopra Como e di Radio Mont Blanc 102 in Val d'Aosta, 10 kW a 3930 metri di quota, in località l'Aiguilles de Trélatête (detta anche Tré-la-Tête).