Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Pay tv e dtt. Debutto con nuova numerazione per X-Factor: Sky mette alla prova il 105

Il nastro di partenza è stato tagliato ieri sera alle 21.10 su Sky Uno, che dal 108, dopo lo spegnimento delle reti Mediaset sulla piattaforma di Rupert Murdoch, ha fatto le valigie e traslocato al canale 105 (ex Canale 5).
Lo storico programma musicale, giunto ormai alla sua nona edizione, ha ufficialmente cambiato casa, andando a occupare quella che fino a pochi giorni fa è stata per anni la sede della punta di diamante del Biscione, ovvero Canale 5. Il concetto di canale televisivo però, a detta dell’executive vice president programming, cinema and entertainment di Sky Andrea Scrosati, non calza a pennello per le logiche con cui si muove il gruppo della tv pay: “X-factor – sostiene Scrosati – sarà su Sky Uno, Sky Go, Sky on demand e Sky online e poi in replica 72 ore dopo il live anche in chiaro su Mtv e Cielo. È lo show più twittato e discusso della tv italiana, con 2,4 mln di tweet per la finale dello scorso anno, e uno di quelli con la più alta audience Twitter, secondo Nielsen. Insomma – continua il manager – la tv è in realtà un sistema multipiattaforma, anche se il mercato pubblicitario continua a basarsi sostanzialmente sulle performance della tv lineare, dando retta ad analisi che potrebbero essere molto migliorate. Noi abbiamo tutti i dati cumulati di ascolto, e il mercato dovrebbe riflettere attentamente su questa situazione. Faccio anche un esempio molto pratico: quando c’è il live di X-factor, ci sono degli ospiti che si esibiscono sul nostro palco. Il giorno successivo al passaggio in tv, questi artisti sono sempre al primo posto delle classifiche di iTunes o di Spotify. Noi facciamo muovere il mercato discografico, l’industria”. In merito alla mossa di Mediaset di criptare i suoi canali sulla piattaforma pay, l’executive vice president si è limitato a commentare: “al 105 abbiamo spostato Sky Uno poiché ci sembrava essere il canale più coerente con i contenuti di intrattenimento”. Quanto al programma X-factor, l’ormai storico conduttore Alessandro Cattelan ritroverà tra i giudici Mika, giunto alla sua terza edizione, Fedez, che torna per il secondo anno consecutivo, e il veterano Elio; la new entry di questa edizione è invece rappresentata dall’artista internazionale Skin. Per la prima volta si tratta di una giuria composta al 100% di soli musicisti a conferma di un sempre più attento sguardo all’aspetto strettamente musicale. (V.R. per NL)
11/09/2015 12:26
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Tar del Lazio (sent. n. 03747/2017) ha confermato la sanzione di 200.000 euro comminata da AgCom a Sky Italia con un provvedimento risalente al 2008.
A+E television networks, emittente televisiva via cavo e satellitare statunitense, è un brand sicuramente ancor poco conosciuto in Italia.
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Si è svolta oggi nella hall del palazzo di Largo Donegani 1 la conferenza stampa di RadioMediaset in cui sono stati presentati i risultati ottenuti nell’ultimo anno di attività del polo che comprende le emittenti di proprietà Radio 105, Virgin Radio (entrambe ex Finelco), R101 e la partnership con Radio Monte Carlo (che rimane di proprietà della famiglia Hazan, precedente editore delle radio Finelco).