Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Pirateria online: sequestrati 46 siti che programmavano film in prima visione. Tra i titoli anche "La grande bellezza"

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

05/03/2014 16:16
 
NOTIZIE CORRELATE
“L’operazione condotta dalle Unità speciali della Guardia di Finanza che ha portato all’oscuramento di 41 siti web che consentivano la visione illecita di film e eventi sportivi in violazione del diritto d’autore, rappresenta un importante colpo inferto alla pirateria on line”.
La pirateria online continua a falcidiare gli ascolti delle pay tv, soprattutto nel comparto sport che, in giro per il mondo, sembra essere un business sempre meno proficuo per le televisioni a pagamento che decidono di investirvi.
Dalla Guardia di Finanza controlli a tappeto anche sulle pagine di Facebook o di altri social network, dalle quali i militari potranno desumere tenori di vita e capacità d’acquisto che rivelano un’incompatibilità di fondo con quanto dichiarato e pagato all’erario.
La Guardia di Finanza ferma a La Spezia uno dei tanti servizi di IpTv illegali esistenti e già segnalati lo scorso mese da questo periodico; si stima che abbia prodotto guadagni per 50mila euro agli ideatori e perdite per mezzo milione agli operatori pay italiani.
Si sono moltiplicate presso le sedi delle emittenti televisive le visite della Guardia di Finanza. Si tratta, quasi sempre, di controlli di natura amministrativa connessi alle domande per l’ottenimento dei contributi ex L. 448/1998, anche se qualche volta le ispezioni traggono spunto da accertamenti disposti da Agcom o dai Corecom regionali.