Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Provvidenze editoria. Le radio locali marchigiane unite contro la soppressione disposta dal Governo
Radio Arancia Network, Radio Velluto, Radio Conero, Radio Latte Miele Marche e Radio Città Pesaro si associano alla protesta nazionale in corso contro la legge di conversione del decreto Milleproroghe.
"Dal 23 febbraio - si legge in una nota congiunta delle emittenti marchigiane - la camera dei deputati ha deciso di togliere finanziamenti alle radio e tv locali a partire dal 1 gennaio 2009. Vari sono stati i tentativi di evitare questa penalizzazione alle emittenti private che svolgono un importante ruolo d'informazione locale. La categoria viene in questo modo fortemente colpita da una decisione che impoverisce una rete qualificata e indispensabile e mette all'angolo migliaia di giornalisti in tutta Italia". Le imprese radiofoniche e televisive locali esprimono "forte protesta nei confronti del Parlamento e del Governo per la soppressione delle provvidenze editoria per il settore. Tali provvidenze hanno contribuito negli anni allo sviluppo del ruolo dell'emittenza locale nell'informazione sul territorio e alla crescita dell'occupazione nel comparto. Se le provvidenze editoria non verranno immediatamente reintegrate, saranno a rischio - conclude la nota - l'informazione radiotelevisiva locale e l'occupazione del settore". (fonte ANSA).
08/03/2010 17:06
 
NOTIZIE CORRELATE
"È emergenza continua a Ètv Marche", dichiara la Federazione Nazionale Stampa Italiana (FNSI) che informa che ieri, ad Ancona, "si è riunita l’assemblea dei dipendenti di Canale Marche Srl, proprietaria dell’emittente. E i lavoratori non hanno potuto far altro che prendere atto delle gravi pendenze economiche ancora non evase dall’azienda".
Sulla Gazzetta Ufficiale N. 304 del 30/12/2016 è stato pubblicato il D.L. 244/2016 (c.d. "Milleproroghe") recante “Proroga e definizione di termini”.
I giornalisti, tecnici ed impiegati delle emittenti televisive locali del gruppo Spallanzani di Reggio Emilia, Rete7 ed È Tv Marche (controllata), da due mesi senza stipendio ed a rischio chiusura, hanno indetto per la giornata di oggi uno sciopero di 4 ore con manifestazione di protesta davanti la sede della proprietà.
Pubblicata la determina del 17/11/2016 con la quale il Ministero, dopo che il precedente bando non aveva condotto alla assegnazione del canale UHF 58, ha assegnato tale risorsa.
Franco Grasso, coordinatore di E'tv Marche, è morto all'età di 57 anni il 7 ottobre scorso all’ospedale di Torrette di Ancona, dove era ricoverato per malattia.