Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio. Addio a Franco Nisi di Radio Italia SMI

Aveva solo 59 anni e in pochi sapevano che era malato. Milanese, Franco Nisi non era solo il conduttore più famoso di Radio Italia Solo Musica Italiana, ma vi era indissolubilmente collegato.
Dopo gli esordi, durante gli studi superiori, a Radio Metropoli, sulla cui infrastruttura nel 1982 presero il via le trasmissioni di RISMI, Nisi fu al fianco di Mario Volanti fino ad oggi come giornalista direttore della testata e conduttore di diversi programmi. Il suo volto fu anche televisivo in programmi con Mike Bongiorno, Mara Venier, Loretta Goggi, Lello Arena, Massimo Lopez, Piero Chiambretti, Alba Parietti. Condusse Tris, W Napoli, il 47° Festival di Sanremo, l'edizione di Domenica In del 1993, l'edizione di Sanremo Estate del 2004. Alla famiglia le più sentite condoglianze di questo periodico. (M.L. per NL)
07/11/2016 07:57
 
NOTIZIE CORRELATE
Da oggi sarà iLMeteo.it il fornitore ufficiale delle previsioni meteo di Radio Italia,  da 35 anni la prima radio privata di sola musica italiana. Cinque i passaggi quotidiani dedicati.
Alla fine l'operazione tra Discovery e Radio Italia si è concretata, anche se non della direzione della concessione per la vendita degli spazi pubblicitari dell'emittente di Volanti (che si è invece riaccasata da Manzoni - Gruppo L'Espresso) o addirittura di una cessione di quote societarie, come si era parlato dalla primavera 2016.
Gira e gira, i player sono sempre quelli e quindi Radio Italia, abbandonata per imposizione dell'Antitrust, Mediamond, la concessionaria captive di Mediaset e conclusa senza un nulla di fatto la lunga trattativa con Discovery (si dice perché il gruppo americano volesse anche partecipare al capitale della radio), torna da Manzoni, polo L'Espresso, editore di Radio Dee Jay, Capital ed m2o (la raccolta della tv di Volanti sarà invece appannaggio di Viacom Advertising & Brand Solutions, la concessionaria di Viacom Italia).
Il gruppo Discovery potrebbe entrare nel settore radiofonico non solo come concessionaria di pubblicità, ma come socio e coeditore.
Buoni i risultati di Discovery Italia nel 2015. Stando ai dati di bilancio, il gruppo (a.d. Marinella Soldi, cfr. foto) ha registrato un fatturato in crescita del 17%, collocandosi a 194,8 mln di euro, con utile a 8,5 mln (pari a + 64%).