Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio. Chiude Radio Vaticana. Che risorge come Radio Televisione Vaticana

Dal 31/12 Radio Vaticana abbandonerà la storica (85 anni) denominazione per assumere il nuovo logo "Radio Televisione Vaticana", operazione che comporterà l'incorporazione del Centro Televisivo Vaticano (CTV), che continuerà a produrre servizi per il mercato internazionale.
Nascerà così un unico polo di trasmissione radiotelevisiva dove saranno operativi oltre 650 dipendenti tra giornalisti, tecnici e impiegati provenienti sia dalla Radio Vaticana che dal CTV che saranno alle dirette dipendenze della Segreteria di Stato. Il nuovo soggetto rtv trasmetterà 24 ore su 24 attraverso un portale internet con trasmissioni di approfondimento, dirette, commenti, cronache di eventi religiosi, informazioni giornalistiche e politiche seguite dalle 40 redazioni estere dell’attuale emittente radiofonica, per un totale di circa 60 lingue diverse. (R.R. per NL)
02/09/2016 07:25
 
NOTIZIE CORRELATE
Per dar seguito agli impegni presi tra l'Italia e la Santa Sede in materia di radiodiffusione televisiva e sonora nell'Accordo del 14 e 15/06/2010, il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato avvio alla procedura di gara per la selezione di un operatore di rete, gia’ titolare di diritto d'uso, che metta a disposizione dello Stato Vaticano, fino al 2032, una capacita' trasmissiva pari a 4 M/bits su un multiplex televisivo, preferibilmente isocanale, con copertura del territorio nazionale e che raggiunga almeno il 70 per cento della popolazione.
Il direttore generale di Radio Vaticana Padre Federico Lombardi ed il direttore amministrativo Alberto Garbarri per ragioni di scadenza dei rispettivi mandati alla fine di febbraio lasceranno l'incarico.
Dopo anni di attesa a seguito di un accordo siglato con l’Italia nel 2009, un emendamento della nuova legge di stabilità dispone un’asta per individuare l’operatore che trasporterà i programmi del Vaticano.
La Commissione della decima sessione del “C9″ (il consiglio dei nove cardinali che lavora con Papa Francesco alla riforma della Curia romana) presieduta da mons.