Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio, il mercato si riprende. Riflettori puntati sull'avvicendamento nel controllo di emittenti nazionali

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

21/11/2013 08:04
 

Segnali di ripresa. Quali?

... "segnali di ripresa economica ormai evidenti" ?? A quali indicatori economici vi riferite? (perché gli slogan di Monti/Letta eccetera non sono supportati da nessun numero)
 
Risposta della Redazione di NL:
 
Dalle informazioni rese dai centri media e dalle concessionarie dei principali network radio nazionali sulle oggettive prenotazioni di spazi pubblicitari per il periodo novembre/dicembre 2013.
NOTIZIE CORRELATE
Il polo radiofonico del Biscione, RadioMediaset (che controlla le emittenti nazionali R101, Radio 105, Virgin Radio e GBR-Orbital), ha deciso di puntare soprattutto sulla rete principale, Radio 105, operando investimenti captive in promozione ed importanti travasi frequenziali.
Ma tutte le emittenti radiofoniche nazionali illuminano almeno il 60% del territorio e tutti i capoluoghi di provincia? La domanda è lecita, posto che è tuttora vigente l'art. 3 c. 5 L. 249/1997, che fissa detto limite inferiore di copertura per preservare il titolo concessorio nazionale.
Mediaset continua l'organizzazione del proprio polo radiofonico (Radio Mediaset), cui fanno riferimento a livello proprietario le radio di Finelco Radio 105 e Virgin (RMC è rimasta ad Alberto Hazan, che però ha affidato la gestione commerciale al Biscione), che si aggiungono alla già controllata R 101 ed al relay nazionale della portoghese Radio Orbital (ex Voice of America attraverso la società GBR spa).
La Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI) lancia un "allarme informazione a Radio 105, Virgin Radio e Radio Monte Carlo".