Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio, Lombardia: la Regione cerca un media partner di spicco (minimo interregionale). "A gratis..."
 
La Giunta regionale della Lombardia ha avviato una procedura per l’individuazione di una radio (o network di radio) media partner.
La Regione non lesina, quanto a prerequisiti: deve essere una radio nazionale, una syndication, una superstation o quantomeno una radio interregionale o un aggregato di emittenti, di tipo generalista, dotata di simulcasting satellitare e web e di audience di rilievo. Gli obiettivi sono quelli di "promuovere ed informare i cittadini e visitatori di tutte le attività di comunicazione istituzionali e degli eventi organizzati anche per EXPO 2015", di "avvicinare i cittadini alla pubblica amministrazione utilizzando forme e linguaggi di comunicazione vicini a differenziati target", di "valorizzare Piazza Città di Lombardia". A fronte della suddette attività, tuttavia, non è previsto nessun contributo economico, posto che, dichiaratamente, "si concedono esclusivamente i seguenti benefit: 1) Citazione del partner sui materiali ufficiali di comunicazione degli eventi/attività di comunicazione realizzati in collaborazione; 2) Citazione del partner sulla comunicazione promo/pubblicitaria; 3) Logo del partner sulle pagine web e sui materiali e gli strumenti di comunicazione di Regione Lombardia (portale, facebook, twitter); 4) Partecipazione di rappresentanti del partner ad eventuali conferenze stampa di iniziative realizzate in collaborazione; 5) Diritto di associazione del logo del partner al logo istituzionale di Regione Lombardia". Le dichiarazioni di interesse pervenute saranno valutate da un’apposita commissione sulla base dei seguenti indicatori: 1) essere parte di un network di radio; 2) avere diffusione sul territorio regionale, nazionale o su più regioni; 3) avere un elevato audience di ascolti; 4) avere un palinsesto variegato e non solo radio di parola/notizie; 5) avere differenziazione di target di riferimento; 6) avere una copertura sul web e satellite". I soggetti interessati possono far pervenire la propria dichiarazione di interesse tramite piattaforma Sintel disponibile al sito www.arca.regione.lombardia.it entro e non oltre il 15/09/2014 – ore 12. Il rapporto tra Regione Lombardia e il media partner sarà regolamentato attraverso un contratto di partnership. La durata del contratto decorre dalla data di sottoscrizione sino a dicembre 2015. Visti i requisiti richiesti e l'allettante proposta della regione, immaginiamo ci sarà la fila... (M.L. per NL)
02/09/2014 08:27
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
E' tragicamente scomparso oggi a Mazara del Vallo (Tp) Giuseppe Romeo, tecnico delle tlc ed ex editore radiofonico siciliano. Romeo stava lavorando insieme al collega Vincenzo Miraglia, rimasto gravemente ferito, su un traliccio di telecomunicazioni, dove era imbragato, che è rovinosamente caduto dopo aver ceduto alla base per ragioni da verificare.
La stazione interregionale Radio Millennium, edita dalla milanese Elite srl, ha aquistato dall'emittente Radio Stella FM di Porlezza (Co), cinque impianti FM facenti servizio sulle province di Como, Lecco e sulla Svizzera Italiana.
Radio Juke Box Lombardia (edita da Cominvest s.r.l.) ha ceduto a One Dance (edita da Radio Lago Uno s.r.l., gruppo Number One) quattro impianti FM a 101,500 MHz nelle province di Como e Lecco.
Nel viaggio tra le emittenti italiane assistite da Consultmedia (struttura di competenze a più livelli collegata a questo periodico), ci spostiamo questa volta in Piemonte, precisamente nella "Provincia granda", a Cuneo.