Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio. Pubblicato il 1° semestre dei dati Radio Monitor. Prima RTL, successioni senza variazioni sostanziali

Pubblicati i dati del primo semestre 2016 di Radio Monitor by Eurisko, l'unica indagine d'ascolto ufficiale del sistema radiofonico italiano (in attesa dell'ingresso nelle rilevazioni della s.r.l. Tavolo editori radio, che dovrebbe sostituire Radio Monitor, anche se non è ancora del tutto chiara la dinamica).
Regina incontrastata rimane RTL, ormai prossima ai sette milioni di ascolti (6.996.000), ad enorme distanza da Deejay (4.849.000) e Radio 105 (4.647.000), che superano RDS mischiando le carte sul piano formale, ma lasciando inalterati gli equilibri su quelli sostanziali (numerici), considerate le modeste fluttuazioni registrate. Segue RISMI con 4.446.000 per la quale si temevano pericolosi scivoloni per via dei problemi sulle frequenze laziali dello scorso anno, che, per fortuna di Mario Volanti, non si sono invece verificati, ben davanti a Radio1 RAI (4.173.000), che distanzia a sua volta Radio2 di 1,2 mln di ascolti (3.020.000). Ben sopra i due milioni si colloca Virgin Radio (2.364.000), mentre molto vicina alla soglia c'è Radio 24 (2.011.000). Nel range tra il milione e mezzo e i due si collocano Kiss Kiss (1.991.000), R101 (1.686.000), una bisogna di vitamine Capital (1.655.000) e una sofferente m2o (1.581.000). Sotto troviamo Radio3 (1.433.000), RMC (1.149.000), in procinto di godere di un ampio potenziamento editoriale e tecnico e la senza lode Isoradio (659.000). Interessanti anche i dati della superstation Sportiva, ormai prossima al milione di ascoltatori e della new entry di Lorenzo Suraci Radio Zeta L'Italiana (832.000). (M.L. per NL)
07/07/2016 14:31
 
NOTIZIE CORRELATE
Il rigore del metodo è ciò che conferisce alle scienze dure credibilità e affidabilità e, per questo motivo, vanta numerosi tentativi di esportazione in altre aree del sapere. Se da uno studio dipendono decisioni importanti, poi, rasserena poter contare su un metodo considerato garanzia di conoscenza (quasi) certa della realtà oggettiva. La pubblicità in radio, tuttavia, non gode di questo privilegio.
Pubblicati i dati risultanti dalle rilevazioni sugli ascolti radiofonici di Radio Monitor by Eurisko (ultima tornata in attesa della successione della Tavolo Editori Radiofonici srl nell'indagine) e relativi al secondo semestre 2016, dai quali spicca il dato riguardante le emittenti Mediaset: il Biscione arriva a controllare un quarto degli ascolti radiofonici nel giorno medio (attraverso le emittenti di proprietà R101, Virgin Radio e Radio 105 e senza considerare quelle commercializzate: Radio Kiss Kiss, RMC, Subasio e Norba), confermando le preoccupazioni della concorrenza (in particolare di Linus, direttore di Radio Dee Jay).
Le emittenti radiofoniche interessate stanno ricevendo in questi giorni il modulo d'adesione alla prima indagine sull'ascolto radiofonico italiano gestita dalla milanese TER - Tavolo Editori Radiofonici srl, la nuova società di diritto privato che si occuperà della raccolta e dell'elaborazione sull'audiance del medium.
Giglio Group (Aim Italia-Ticker GGTV), prima società di e-commerce 4.0, annuncia tre nuovi importanti accordi siglati a livello nazionale nell’ambito Broadcast &Telco, per il prossimo triennio.
Il polo radiofonico del Biscione, RadioMediaset (che controlla le emittenti nazionali R101, Radio 105, Virgin Radio e GBR-Orbital), ha deciso di puntare soprattutto sulla rete principale, Radio 105, operando investimenti captive in promozione ed importanti travasi frequenziali.