Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio. R 101: Volanti ci prova anche con la tv per tentare il difficile rilancio della stazione di Mondadori
 
In attesa dei dati Radio Monitor by Eurisko che attesteranno l'efficacia o meno dell'elisir per tentare di lanciare R101 (il termine rilancio è improprio, posto che non è mai decollata), dalle parti di Cologno Monzese paiono proprio non voler lasciare nulla d'intentato per salvare il costosissimo investimento di Marina Berlusconi.
E lo fanno in un modo tale che chi aveva la sensazione che la "formula vincente" del patron di Radio Italia, Mario Volanti, - individuato da Mondadori come il (possibile) salvatore del transatlantico in panne - fosse il target della limitrofa (per numero civico) RTL 102.5, ora ne ha la conferma. La giocata carta della cd. "radiovisione" infatti altro non fa che avvicinare ulteriormente il layout della ex Radio Milano International di tempi migliori a quello della radio dei Very Normal People, indiscussa leader degli ascolti radiofonici italiani con un abisso di differenza nelle indagini rispetto alla stazione al secondo posto, Radio Deejay. R101 Tv (questo il marchio - non molto fantasioso - prescelto) sarà quindi l'ennesima trasposizione di una radio nazionale sul digitale terrestre, affiancandosi, oltre alle citate RTL 102,5 e Radio Dee Jay Tv, a Radio Capital Tv, a m2o e ovviamente a Radio Italia Tv. Il logical channel number destinato al progetto della Monradio srl (editore anche della radio) è il 66, fino ad ora associato al fornitore di servizi di media audiovisivi Radio Capri Television, trasportato sul mux di Rete Capri nelle aree ove questa è visibile. Non è ancora dato di saperlo, ma, con ogni probabilità, il network provider DTT che veicolerà R 101 Tv sarà Mediaset. E' invece certo che a procacciare la pubblicità per il nuovo canale televisivo sarà Publitalia 80, società della medesima galassia societaria. (M.L. per NL)
22/05/2014 15:01
 
NOTIZIE CORRELATE
Giglio Group (Aim Italia-Ticker GGTV), prima società di e-commerce 4.0, annuncia tre nuovi importanti accordi siglati a livello nazionale nell’ambito Broadcast &Telco, per il prossimo triennio.
RTL 102.5 registra, nel 2016, una raccolta pubblicitaria pari a 54 milioni di euro, in leggera flessione sul 2015, ma a fronte di previsione più fosche (si stimava un -10% su un anno che era andato molto bene anche grazie alle Olimpiadi di Rio), il consuntivo è decisamente positivo.
Gira e gira, i player sono sempre quelli e quindi Radio Italia, abbandonata per imposizione dell'Antitrust, Mediamond, la concessionaria captive di Mediaset e conclusa senza un nulla di fatto la lunga trattativa con Discovery (si dice perché il gruppo americano volesse anche partecipare al capitale della radio), torna da Manzoni, polo L'Espresso, editore di Radio Dee Jay, Capital ed m2o (la raccolta della tv di Volanti sarà invece appannaggio di Viacom Advertising & Brand Solutions, la concessionaria di Viacom Italia).
Spezzatino di frequenze servito ieri pomeriggio: sul reticolo di frequenze di Up Radio sono comparse RTL 102,500 (per quanto riguarda la potente 101,900 MHz di Milano) e Radio Freccia (sulla rete a 95.000-95,100-95,200 MHz in varie province lombarde e piemontesi e sulla rete a 96,300 MHz in Piemonte).
Mursia e RTL 102,5 lanciano una nuova collana dedicata al mondo della radio. L’ambizioso progetto, nato dall’accordo tra Fiorenza Mursia e Lorenzo Suraci, ha l’obbiettivo di coniugare due mondi convergenti, quello editoriale e quello radiofonico.