Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio, Toscana: il Tribunale di Pisa dà l'ok ai concordati di Publiaudio e Radio Valdera

Il Tribunale di Pisa ha omologato i concordati preventivi presentati da Publiaudio srl e Radio Valdera srl, carrier di importanti contenuti radiofonici (prevalentemente della Mediahit srl, titolare dei format e dei marchi associati).
Le vicende che hanno portato alle procedure concorsuali assentite dal Tribunale (che scongiurano i fallimenti) sono conseguenti alla contrazione del mercato pubblicitario che ha colpito anche il settore radiofonico e conseguentemente anche le note società di Ponsacco. Ciò nonostante, le emittenti veicolate in diverse regioni italiane dai due storici operatori non hanno subito disaffezioni in termini di ascolto e, anzi, in diversi casi hanno registrato sensibili aumenti (come nel caso di Radio Sportiva). Nel merito, i commissari nominati dall'organo giurisdizionale toscano hanno già iniziato, con l’autorizzazione del Giudice Delegato, la liquidazione incontrando un discreto numero di richieste alle gare indette per la vendita degli asset societari (nella specie, rami d'azienda costituiti da diffusori FM e relativi diritti d'uso). Alla presentazione dei due concordati preventivi ha lavorato un team di esperti del settore tra cui l’avvocato Simone Giugni di San Miniato, come advisor legale (che conta una consolidata esperienza nel campo delle procedure concorsuali) e i dottori commercialisti Leonardo Sforzi di Ponte a Egola, Stefano Monti e Filippo Sani (dell’associazione DCA Dottori Commercialisti Associati) di Santa Croce sull’Arno. (E.G. per NL)

 

29/09/2016 13:04
 
NOTIZIE CORRELATE
Il Consiglio dei Ministri, riunitosi in data odierna, 24/03/2017, ha approvato, in esame preliminare, il nuovo Regolamento ai sensi della Legge 28/12/2015, n. 208 (legge di stabilità 2016) per la disciplina relativa ai contributi pubblici a sostegno delle emittenti televisive e radiofoniche locali.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Lieto fine per la vertenza di Radio Sportiva. E' stato firmato oggi l'accordo con il quale si sottoscrive l'assunzione a tempo indeterminato di undici giornalisti.
La prima struttura italiana di competenze a più livelli in ambito mediatico Consultmedia (collegata a questo periodico) ha assistito la società Priverno s.r.l. (Ponsacco, Pisa), editrice dell’emittente Radio Sportiva, nella cessione di un asset dell’emittente pugliese Radio Voice costituito dall’impianto 98,500 MHz da Monte Fellone (TA).
Si è concluso la mattina di venerdì 17 febbraio lo sciopero iniziato quattro giorni prima dai giornalisti di Radio Sportiva (primo canale radiofonico interamente dedicato allo sport appartenente al Gruppo Media Hit) grazie all’apertura di un “tavolo di trattativa volto alla risoluzione della vertenza in atto. Il tavolo proseguirà nei prossimi giorni, anche presso sedi istituzionali, con l’intesa di pervenire ad una conclusione favorevole nel minor tempo possibile”.