Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio, Toscana: verso il recupero della Stazione Radio Guglielmo Marconi di Coltano (Pi)

All’indomani di numerose proposte rimaste inevase nel tempo, l’Ente Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli promuove il recupero della Stazione Radio Guglielmo Marconi situata a Coltano, in comune di Pisa. Il Centro Radio fondato da Guglielmo Marconi nel 1909, patrimonio dell’umanita, fino ad oggi è stato lasciato nel degrado più assoluto per la noncuranza e l’incoscienza di chi avrebbe potuto e dovuto evitarlo. Le palazzine (di proprietà demaniale) comprendono anche un ex centro di produzione Rai (abbandonato dal 1952) e, nello spazio adiacente al centro radio, due piattaforme di ex tralicci per trasmettitori a onde medie utilizzati per servire la zona di Pisa e distrutti dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. Il luogo venne utilizzato come campo di concentramento delle forze alleate nel 1945 ed è oggi visitabile  a cura del Fai (Fondo Ambiente Italia) e sede non permanente della stazione radioamatoriale IY5PIS. La proposta è quella di farne una cittadella delle telecomunicazioni e un museo della radio. Già nel corso dei primi anni del nuovo millennio era stata avanzata una richiesta di ristrutturazione, tanto che nel 2006 venne istituito un premio di laurea per il totale recupero del Centro Radio per conto del Lions Club di Pisa ed a costi zero per lo Stato. Nel 2008 nel corso del convegno “Il recupero della Stazione Radiotelegrafica di Coltano” organizzato da Fai e Lions Club di Pisa e Livorno con il patrocinio della Regione Toscana, Provincia di Pisa e Comune di Pisa venne sostenuta la necessità del recupero delle strutture e della rinominazione del luogo in Coltano-Marconi in omaggio del pioniere e  Premio Nobel. Al progetto diedero la piena disponibilità: il Ministero per le Comunicazioni, la Rai, supporter privati, il Cnr di Pisa, l'Istituto S. Anna e gli enti locali tra cui il Comune di Pisa e la Regione (che è proprietaria del parco di S.Rossore all'interno del quale si trovano i fabbricati). Ecco due filmati delle condizioni in cui si trovava la struttura nel 2009: Filmato 1 circa 6.500Kb (38 secondi), Filmato 2 circa 5.500 Kb (33 secondi); per altre immagini si rimanda al sito di IK5ZTT. L’edificio necessita evidentemente di un restauro, palesandosi lo stato di abbandono da molti decenni. Tra le varie iniziative si ritiene utile una sensibilizzazione dell’opinione pubblica associandoci alla proposta della delegazione FAI di Pisa di proporre come luogo del cuore tale località. Per aderire all’iniziativa è possibile consultare il sito del FAI alla pagina dedicata al concorso i luoghi del cuore nella pagine Web www.iluoghidelcuore.it. (R.R. per NL)

24/09/2010 09:56
 
NOTIZIE CORRELATE
Pubblichiamo in esclusiva per questa rubrica due documenti introvabili per gli appassionati della storia delle prime radio e tv locali italiane.
Salvatore Scaravilli, uno dei volti più conosciuti di Tvr Teleitalia, la televisione regionale toscana di Prato, è morto all'età di 77 anni il 2 scorso a Firenze.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
Il Tribunale di Pisa ha omologato i concordati preventivi presentati da Publiaudio srl e Radio Valdera srl, carrier di importanti contenuti radiofonici (prevalentemente della Mediahit srl, titolare dei format e dei marchi associati).