Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Radio-Tv: intesa tra concessionarie di pubblicità
La Manzoni & C. (concessionaria captive del Gruppo L’Espresso) e la PRS Media Group (attiva dal 1969) hanno concluso l’accordo strategico di cui si vociferava già lo scorso maggio.
La joint venture vede la concessionaria del Gruppo L’Espresso nel ruolo di partner di PRS per il rapporto con i centri media. L’intesa ha come oggetto le sole attività commerciali di raccolta propagandistica per i circuiti CNR Radio e Best Radio e per le emittenti televisive sul digitale terrestre Giallo, Focus e Seratissima (dedicate ad un target adulto), in capo alla PRS. Nella sostanza, mentre la rete commerciale del gruppo di Alfredo Bernardini de Pace si occuperà della gestione delle attività commerciali presenti sul territorio, la più antica concessionaria pubblicitaria italiana (fondata nel 1863) e guidata dall’a.d. Massimo Ghedini, opererà sul fronte delle centrali. In una nota diffusa qualche giorno fa, le due aziende hanno comunicato che il patto “si propone di creare un forte polo di attrazione per tutti gli editori radio e tv che intendono entrare o rafforzare la propria presenza sul mercato affidando la raccolta pubblicitaria ad un team di eccellenza nel panorama delle concessionarie di pubblicità italiane”. Nella medesima nota, anche Federico Silvestri, a.d. di PRS, ha dichiarato: “Nel mondo industriale le alleanze tra competitor sono ormai all’ordine del giorno e in questa fase di repentina e continua evoluzione è ora che anche il nostro mercato, che è tradizionalmente statico, affronti i cambiamenti con un approccio di discontinuità alle vecchie regole”. Sulla stessa linea Ghedini “L’elevato grado di complementarietà in termini di competenze delle due concessionarie genererà importanti sinergie commerciali e consentirà di presentarsi sul mercato con un’offerta di elevata qualità su tutti i principali media”. (V.V. per NL)
 
19/09/2012 14:30
 
NOTIZIE CORRELATE
In Germania scoppia la bufera tra politica e imprenditori del settore pubblicitario: per quanto i numeri siano ottimi, se si pensa che nel 2016 vennero investiti fino a 45 miliardi di euro in pubblicità, guardati con maggiore attenzione, i risultati pervenuti dalle analisi dello scorso anno, secondo Andreas Schubert, presidente della Zentralverband der deutschen Werbewirtschaft (Zaw, cioè l’associazione centrale dell’economia pubblicitaria tedesca), essi potrebbero essere ancora più prominenti e a favore di un’economia in crescita, ma ad oggi non è ancora così.
Pubblicità attraverso gli influencer: chi, tra i volti più noti al pubblico (non necessariamente per mezzi diversi da quelli online), si scatta una foto (il cosiddetto selfie) o si fa fotografare con un prodotto o un marchio ben visibile fa pubblicità a questo, utilizzando la propria immagine che per via della sua fama, produce un istintivo rapporto di fiducia per i suoi fan, fungendo da cassa di risonanza per il prodotto o brand in questione.
Giovedì 9 marzo l’Antitrust si è espressa a favore della fusione Espresso-Itedi, imponendo però alcune condizioni da rispettare: il gruppo che edita Repubblica dovrà cedere a terzi il compito della raccolta pubblicitaria per le province di Genova e Torino, con il conseguente ritiro della concessionaria Manzoni (interna al gruppo Espresso) dalle due province.
L’attesa per l’integrazione Espresso-Itedi decisa il primo agosto dello scorso anno è ormai prossima ad una conclusione. "L'accordo segna una svolta importante per il Gruppo Espresso che avvia oggi un nuovo percorso di sviluppo, garanzia di un solido futuro in un mercato difficile. La missione di questa casa è sempre stata l’editoria, al servizio di una crescita civile del Paese. Con questa operazione, l’impegno viene riconfermato e accresciuto".
L’ossessione di chi fa marketing nell’era 2.0 è il customer journey: le aziende osservano il comportamento degli utenti per individuare i momenti migliori in cui intercettare la loro attenzione e presentare il proprio messaggio.