Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Raiperunanotte: successo superiore alle aspettative. Segnale fortissimo al governo da una popolazione che dice basta alla censura dell'informazione italiana
Si è palesato da subito un successo superiore alle aspettative, quello della protesta strepitosa di Raiperunanotte contro la vergognosa censura dell'informazione radiotelevisiva che sta oscurando il nostro paese.
Segno evidente che gli italiani proprio non ne possono più di chi vuol decidere per loro cosa sia giusto sapere e cosa no.
A Bologna il Paladozza è infatti risultato colmo per Raiperunanotte, la serata della liberta' di stampa voluta da Michele Santoro e Annozero con i sindacati dei giornalisti Fnsi e Usigrai. Tributi grandi per Marco Travaglio, Gad Lerner, Giovanni Floris, Riccardo Iacona. Gremita la piazza in cui si affaccia il Paladozza, dove gli spettatori con biglietto erano in fila gia' due ore prima dell'inizio del programma. Per gli altri, un maxischermo esterno oppure la possibilità di visionare la trasmissione via sat (diversi i canali collegati) o a mezzo di più di quaranta emittenti locali via etere che hanno ripreso l'evento (non si sono contati invece i siti Internet collegati in streaming, a dimostrare che il futuro della tv sarà IP). Tra le tv più note in circuito per l'occasione: Current, Repubblica Tv, Sky Tg24, RaiNews 24, Youdem Tv, Telestudio, Quinta Rete, Sesta Rete, Telelombardia, Canale 6, Antenna 3 Lombardia, Telenova; E' Tv-Rete7, Tv Centro Marche, Teleregione Toscana, Tvr Voxon, Napoli Tv, ATv7 Abruzzo, Antenna Sud. Tra le radio: Radio Popolare Network (venti emittenti in tutta Italia), Radio Città Futura Network, Ecoradio, Novaradio-Firenze, Radio Nostalgia (l'elenco completo è disponibile qui). Un evento, insomma, con una copertura mediatica vastissima, di gran lunga maggiore delle più rosee attese. Per l'occasione banchetti elettorali di centrosinistra erano allestiti accanto a quelli di magliette stile concerto rock, e degli attivisti di Beppe Grillo e Popolo Viola. In conclusione, una dimostrazione di diffusa quanto evidente insofferenza popolare su cui l'esecutivo sicuramente avrà da riflettere seriamente. (A.M. per NL)
25/03/2010 21:12
 
NOTIZIE CORRELATE
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
La tutela della libertà di espressione passa anche dalla commisurazione della sanzione pecuniaria inflitta ai giornalisti condannati al risarcimento.
Tagli drastici al pacchetto calcio con l’obiettivo di ridurre le spese: questo l’intento annunciato da Piersilvio Berlusconi durante la presentazione delle linee di sviluppo della pay-tv relative all’anno 2020.
Presentate il 18/01 a Londra le Linee guida di sviluppo Mediaset: atteso al 2020 un miglioramento dell'EBIT di 468 milioni nelle attività media italiane. Raccolta pubblicitaria 2016 in crescita del 4,0%.
Nello scorso mese di novembre non tutti i siti d’informazione italiani hanno ottenuto risultati positivi. Rispetto al mese precedente, Repubblica segnala una crescita di utenti del 4% per un totale di 1,56 milioni, a differenza del Corriere della Sera che con 1,08 milioni non registra sensibili variazioni (+0,1%) e della Stampa che accusa un pesante calo del 14,3%.