Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Search Engine Optimization: l’arte dell’ottimizzazione per i motori di ricerca, le tecniche essenziali per incrementare la visibilità sul Web
John I. Jerkovic, dirigente di un gruppo di informatici presso un’azienda del settore finanziario, rivela, attraverso un'interessante pubblicazione, i trucchi per rendere facilmente accessibile agli utenti il vostro sito e per trasformare un visitatore casuale in utente attivo.
Il libro vi insegna a farlo tramite tecniche ben sperimentate, trucchi e best practice: tutti dettagli della Search Engine Optimization (SEO), l'importanza di una buona strategia per le parole chiave e come evitare e correggere le trappole per i motori di ricerca sono la chiave per la notorietà e d efficienza del vostro sito. Infatti, uno sviluppo del sito studiato ed affrontato attraverso l’aiuto di questo manuale, permette di guadagnare un vantaggio competitivo ex ante e, quindi, poter mirare ad un ritorno concreto sull’investimento. È questione di sensibilizzazione e confidenza con il web, al quale affidiamo le nostre idee e il nostro patrimonio, affinchè questo sia protagonista e attore nel mondo virtuale e reale. Imparerete anche ad utilizzare il Search Engine Marketing (SEM), per esempio utilizzando Google AdWords, e a sfruttare i siti di social networking per aumentare la vostra visibilità sulla rete. È una lettura ideale per chi sviluppa per il web, si occupa di marketing o è interessato alla SEO. È un primo passo verso la progettazione, lo sviluppo e il lancio di un sito, con la garanzia e la sicurezza che non passerà inosservato. Questo libro è sia un’introduzione, sia un manuale di riferimento per l'implementazione. Il manuale di Jerkovic, edito da Tecniche Nuove edizioni (www.tecnichenuove.com), è in vendita ad € 39,90. (C.S. per NL)
28/06/2011 15:38
 
NOTIZIE CORRELATE
Pubblicità attraverso gli influencer: chi, tra i volti più noti al pubblico (non necessariamente per mezzi diversi da quelli online), si scatta una foto (il cosiddetto selfie) o si fa fotografare con un prodotto o un marchio ben visibile fa pubblicità a questo, utilizzando la propria immagine che per via della sua fama, produce un istintivo rapporto di fiducia per i suoi fan, fungendo da cassa di risonanza per il prodotto o brand in questione.
In un articolo pubblicato sul Guardian di ieri, 12 marzo, Tim Berners-Lee (foto), inventore del world wide web e fondatore del World Wide Web Consortium (W3C), cerca di descrivere l’attuale punto di evoluzione del più diffuso mezzo di comunicazione al mondo ed elenca tre problematiche, a suo avviso pressanti, per il futuro che lo attende.
Tra i molti temi trattati nel “Libro bianco sul futuro dell’Europa”, vi è quello dell'innovazione tecnologica e del paradigma digitale nella vita quotidiana dei cittadini dell’Unione.
Google non usa mezzi termini, soprattutto quando si tratta di tutelare la sua immagine dall’essere associati con le bufale online e, proprio per questo è arrivata, recentemente, la prima batosta al mondo delle fake news made in Italy; la compagnia di Mountain View, infatti, ha recentemente privato il noto blog complottista Byoblu, a cura di Claudio Messora, della possibilità di monetizzare i suoi contenuti con i banner di AdSense.
A ottobre i siti dei più importanti operatori televisivi hanno avuto un incremento di utenti giornalieri. Secondo i dati Audiweb, rispetto al mese di settembre c’è stato un +1,7% con 20,4 milioni di utenti connessi da mobile e 10,7 milioni da pc.