Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Storia della Radiotelevisione italiana. 1974, Radio Luino International: dalla costa del Lago Maggiore fino in Svizzera
Radio Luino International Fm 102.100 MHz sembra nascere (la datazione è controversa) nel corso della primavera del 1974 in via Manzoni 30 a Luino, con un bacino di utenza che comprende una parte della provincia di Varese, la Svizzera sino a Lugano e diversi comuni della regione geografica Malcantone del Canton Ticino  e naturalmente la prospicente sponda piemontese del Lago Maggiore, raggiungendo Locarno e qualche paese elvetico limitrofo.
E' una delle prime radio libere (se la data di avvio delle trasmissioni fosse confermata, la sua apertura sarebbe di poco successiva a quella di Radio Sacro Monte di Varese, l'attuale Otto FM 103,4 MHz), molto seguita sul Lago Maggiore, dove Luca Guido Longino trasmette un programma dal titolo "Freedom at pointzero". Con lui ci sono i "dj radiofonici" Roberto Bergamaschi, Tony Bellezza, Ralf, Vit, Marco Carassini, Loredana Amadio, Sergio Esposito, Sandro Ferrario, Zio Tom, Patrizia Lorquando, Daniele Alborghetti e Guya. L'emittente è naif e per questo sembra piacere più delle altre. Emblema della sua originalità, alla fine degli anni '70, è la presenza tra i collaboratori del giovane dj Luca, che veste con reggicalze e camiciole di seta, manda a tutto spiano "Sì viaggiare" di Lucio Battisti e - si dice - si incontra con i più maturi corteggiatori. E l'apoteosi dell'emittente, che comunque comincia a sentire il fiato sul collo della concorrenza, in primis quella di Radio Stereo 4 (100,5 MHz e 100,6 MHz), più performante sul piano tecnico. Degna di nota, negli anni 88/89, è la tarsmissione in diretta di Antonella Modaffari Bartoli, che presenta alcune delle più importanti scrittrici, poetesse e pittrici dal Quattrocento al Novecento e risponde alle domande in diretta. Ma il timer dell'esistenza della stazione è quasi alla fine del suo ciclo: RLI chiude i battenti alle porte del 1990, cedendo l'impianto di Monte Borgna (nel frattempo risintonizzato a 102,0 MHz per meglio convivere con Radio Vergante 102 di Massino Visconti, attiva su 102,2 MHz) al network romano RDS. (R.R. per NL)
15/01/2012 07:21
 
NOTIZIE CORRELATE
La stazione interregionale Radio Millennium, edita dalla milanese Elite srl, ha aquistato dall'emittente Radio Stella FM di Porlezza (Co), cinque impianti FM facenti servizio sulle province di Como, Lecco e sulla Svizzera Italiana.
Radio Juke Box Lombardia (edita da Cominvest s.r.l.) ha ceduto a One Dance (edita da Radio Lago Uno s.r.l., gruppo Number One) quattro impianti FM a 101,500 MHz nelle province di Como e Lecco.
Pubblichiamo in esclusiva per questa rubrica due documenti introvabili per gli appassionati della storia delle prime radio e tv locali italiane.
Il Ministero dello Sviluppo Economico ha reso noto che, a conclusione del procedimento di revisione avviato, sulla base delle osservazioni formulate da alcuni operatori, nonché in ottemperanza alla sentenza del TAR LAZIO n. 09658/2016 a favore di Publimagic srl (ora Quenza spa) sono state apportate variazioni alla graduatoria di revisione delle frequenze televisive locali della Regione Lombardia di cui alla determina pubblicata sul sito il 13/07/2015 e modificata in data 25/11/2015.