Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Storia della Radiotelevisione Italiana. 1987 Teens Tv di Firenze, la prima televisione completamente gestita da ragazzi
Tra le televisioni del passato, nel variegato panorama mediatico italiano, va registrata una tv fatta e gestita eslcusivamente da un gruppo di ragazzi tra i dieci e i venti anni.
Nel 1987, in via Romito 55 a Firenze, nasceva infatti Teens Tv, "La tv dei ragazzi", una stazione che trasmetteva sui canali 23 UHF ed E VHF per la città e dintorni. Regolarmente munita di testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del Tribunale di Firenze, Teens tv mandava in onda trasmissioni sul mondo dei giovani di buona fattura, nonostante fossero realizzate con limitati mezzi. Il supporto tecnico e logistico era garantito da una stretta collaborazione con Pistoia PTV, emittente della quale Teens Tv ripeteva alcuni programmi, perlopiù quale contropartita per la concessione dei locali adibiti a studi di produzione. Il palinsesto della tv fiorentina prevedeva musica, sport ed attualità, senza concessione ad alcun tipo di pubblicità. Due altre strutture completavano l'organizzazione: JTV e JTV Teens Tv-Teens Club. Il primo era un centro di produzione tv; il secondo una scuola televisiva ed un nucleo di sperimentazione televisiva. Tra i principali collaboratori si annoveravano Leonardo Scucchi e Andrea Biagini, che operavano sotto la direzione di Giuseppe Mango, che spiegava a Millecanali: "Teens Tv è una televisione completamente indipendente, non commerciale, apolitica, aconfessionale, nella confluiscono tutti i giovani teenagers. Da qui la predominanza, nel nostro palinsesto, di musica, sport e attualità. Teens Tv non fa pubblicità e la sua forma di finanziamento è l'autofinanziamento". "La nostra è una televisione che non trasmette pubblicità ed è autofinanziata - continuava Andrea Biagini - Tutte le spese e le decisioni di rilievo nella vita dell'emittente sono deliberate da un consiglio direttivo di ragazzi che si riunisce periodicamente. Tutte le trasmissioni che mettiamo in onda (di vario tipo) sono completamente realizzate da noi che siamo, di volta in volta, tecnici, cameramen, presentatori, giornalisti televisivi, ecc. Ad ogni modo qui nessuno è pagato. Se qualcuno vuole poi entrare professionalmente nel mondo televisivo (abbiamo anche un apposito corso per chi vuole specializzarsi come tecnico) lo farà successivamente, magari nel nostro centro di produzione". L’idea di una tv dei ragazzi traeva origine da precedenti esperienze delle televisioni di Mauro Montagni, pioniere dell'etere fiorentino: Il Canale dei Bambini e dello Sport, Teleregione, Tele Centro Toscana, Teleprovincia e Junior Tv (sviluppatasi successivamente come un network nazionale per l'infanzia, sotto la forma giuridica di una syndication), emittenti che nel corso degli anni nei loro palinsesti sempre avevano dato ampio risalto ai più giovani. In verità, nella sua fase embrionale, Teens Tv null'altro era che uno spazio nei palinsesti di Tele Regione (prima) e di Tele Centro Toscana (poi). Nonostante l'originalità del progetto, la tv non decollò e, schiacciata dai costi di gestione e dalla scarsa visibilità, chiuse i battenti nello stesso anno in cui aveva aperto le trasmissioni. Di questa tv, completamente estranea alla realtà televisiva commerciale, rimane il video inserito da Firenze Media (Promo Teens Television - Firenze - 1987) che ripercorre una breve panoramica sulla situazione televisiva di alcune tv toscane degli anni '80. (R.R. per NL)
04/12/2011 07:28
 
NOTIZIE CORRELATE
Pubblichiamo in esclusiva per questa rubrica due documenti introvabili per gli appassionati della storia delle prime radio e tv locali italiane.
Salvatore Scaravilli, uno dei volti più conosciuti di Tvr Teleitalia, la televisione regionale toscana di Prato, è morto all'età di 77 anni il 2 scorso a Firenze.
Continua la pubblicazione da parte del Ministero dello Sviluppo Economico delle graduatorie per il rilascio dei diritti d’uso di frequenze attribuite a livello internazionale all’Italia - c.d. frequenze coordinate - non assegnate ad operatori di rete nazionali per il servizio televisivo digitale terrestre, a conclusione delle procedure avviate con i bandi pubblicati il 02/05/2016.
Il Tribunale di Pisa ha omologato i concordati preventivi presentati da Publiaudio srl e Radio Valdera srl, carrier di importanti contenuti radiofonici (prevalentemente della Mediahit srl, titolare dei format e dei marchi associati).