Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Storia della Radiotelevisione italiana. Aprile 1975: da TVS Televisione Indipendente delle Valli di Sambro e di Setta a TMF Tele Montefredente, prime tv dell’appennino
Proseguendo la ricerca di informazioni su poco conosciute emittenti libere, questa settimana l’attenzione della nostra rubrica si posa sulla storia di due televisioni emiliane.
Il racconto ed una serie di filmati originali girati in super 8 a colori negli anni ‘75/’77 dal radioamatore Franco Gianni tracciano le esperienze di queste antiche tv locali. Era l’aprile del 1975 quando nasceva TVS, acronimo di "Televisione Indipendente delle Valli di Sambro e di Setta" (claim: “la prima televisione dell’Appennino Italiano”) a Montefredente , una frazione del comune di San Benedetto Val di Sambro, in provincia di Bologna. Nel 1977 sulle ceneri di TVS, nacque TMF - Tele Montefredente, che irradiava trasmissioni occasionali girate in super 8 a colori tramite il ripetitore del Monte Armato, con un bacino di utenza che, oltre che le Valli di Sambro e di Setta, toccava i comuni di Castiglione dei Pepoli e Grizzana Morandi, sui canali 23 e 36 UHF (da notare nella foto a fianco l'artigianale supporto... in legno). Il palinsesto aveva, naturalmente, ampie concessioni all'informazioni ed alla cultura locale: il notiziario, la partita di calcio, problematiche locali e le trasmissioni “Spazio In” (dibattito aperto al pubblico) e “Bimbi quiz” (dedicato ai bambini delle scuole elementari e medie) condotto da Cristina Bartoli. Nella piccola tv (che però disponeva anche di una regia mobile), collaboravano il radioamatore Franco Gianni nella veste di regista, il cronista Roberto e il cameraman Alfonso. La storia delle piccole tv (inedita ai più) viene raccontata in video ed immagini sul web cliccando su Tele Montefredente broadcast 1975 e su IK4ADE - Gli Anni '70 (R.R. per NL)
09/10/2011 07:51
 
NOTIZIE CORRELATE
Pubblichiamo in esclusiva per questa rubrica due documenti introvabili per gli appassionati della storia delle prime radio e tv locali italiane.
Per la prima volta a Busto Arsizio un mostra che documenta la nascita delle televisioni private. Dal 19 novembre al 3 dicembre 2016 lo spazio polifunzionale di Bottega Artigiana in via Zappellini, 4 ospiterà una rassegna dedicata alle due televisioni nate, l’una a Busto Arsizio e l’altra a Legnano, che hanno fatto la storia dell’emittenza privata italiana: TeleAltoMilanese e Antenna3 Lombardia.
Precursore, insieme a Peppo Sacchi di Telebiella A21 Tv, della liberalizzazione dell'etere italiano, Sergio Emmanuele Anastasio è morto ad Ancona a 86 anni.
Guelfo Marcucci, pioniere della Radiotelevisione italiana e per sessanta anni riferimento di una dinastia imprenditoriale che è ai vertici della provincia di Lucca con ramificazioni in tutta Italia e nel mondo, non c'è più.