Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Sviluppo Economico, totoministro. Se Romani non s’ha da fare, ecco rispuntare Scajola

Attenzione: per visualizzare la notizia è necessario abbonarsi al S.I.T. di Consultmedia.

Per informazioni sulle modalità di abbonamento clicca qui.

10/08/2010 07:14
 
NOTIZIE CORRELATE
Lo scorso 15 Marzo, durante la Conferenza stampa di Radiomediaset, il Ceo Paolo Salvaderi ha illustrato i risultati operativi del gruppo, mentre Pier Silvio Berlusconi – alla conclusione dell’incontro con i giornalisti - ha offerto spunti collaterali sulle vicende Mediaset: il contenzioso con Vivendi, l’acquisto del logical channel number 20 (argomenti già approfonditi in precedenti articoli), l’intoppo nei rapporti col giornalista Giuseppe Cruciani e l’affare Ei towers-RaiWay.
Tagli drastici al pacchetto calcio con l’obiettivo di ridurre le spese: questo l’intento annunciato da Piersilvio Berlusconi durante la presentazione delle linee di sviluppo della pay-tv relative all’anno 2020.
Presentate il 18/01 a Londra le Linee guida di sviluppo Mediaset: atteso al 2020 un miglioramento dell'EBIT di 468 milioni nelle attività media italiane. Raccolta pubblicitaria 2016 in crescita del 4,0%.
Un nuovo comunicato stampa telegrafico della francese Vivendi annuncia il raggiungimento di quel 20% del capitale Mediaset che era l’obiettivo annunciato del gruppo solo tre giorni fa; adesso, la media company guidata da Vincent Bolloré, può entrare nel cda del Biscione.
Si fanno sempre più tesi i rapporti tra Mediaset e i francesi di Vivendi a riguardo della mancata acquisizione della pay tv Premium, querelle ormai approdata nelle aule giudiziarie.