Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Sviluppo radio digitale ed indagini d'ascolto: se ne discute a Roma al Radio-Tv Forum
Nella seconda giornata del RadioTv Forum di Aeranti-Corallo i lavori sono stati aperti dal seminario sulla radiofonia, nel corso del quale numerosi relatori hanno toccato i temi di maggiore attualità per il comparto.
A riguardo della radio digitale, è stato ricordato il percorso normativo che ha portato all’attivazione del progetto pilota per il DAB+ in provincia di Trento e ne sono state descritte le peculiarità. Il coordinatore dell'associazione, Marco Rossignoli, sul punto, ha evidenziato come l’avvio delle trasmissioni radiofoniche digitali nelle altre aree del Paese sarà possibile solo laddove venga reperita una quantità di risorse frequenziali che permettano a ogni soggetto, locale e nazionale, di poter effettivamente accedere alla nuova tecnologia trasmissiva a parità di condizioni con gli altri operatori (per Rossignoli, occorre che anche il canale 13 Vhf venga interamente destinato alla radiofonia digitale). Sul tema della rilevazione degli indici di ascolto radiofonici, l'esponente di Aeranti-Corallo ha ricordato che l’Agcom, dopo la messa in liquidazione di Audiradio, ha costituito un tavolo tecnico in funzione di ausilio al raggiungimento di una posizione il più possibile condivisa di tutti i soggetti interessati, per individuare una organizzazione sistematica della rilevazione degli indici di ascolto radiofonici che garantisca la correttezza, la trasparenza, l’equità e l’indipendenza della ricerca, sia in termini di governance, sia di impianto metodologico. Attualmente il tavolo tecnico sta avviando una sperimentazione per la rilevazione degli ascolti attraverso i meter e, su tale questione, Rossignoli ha sottolineato la necessità che tali meter siano in grado di rilevare, in forma comparata e, nel dettaglio, i dati dell’emittenza locale e di quella nazionale. (E.G. per NL)
29/05/2013 14:15
 
NOTIZIE CORRELATE
"Con una decisione che segue di poco l'avvio della procedura di parziale switch-off dell'FM in Norvegia, anche la Svizzera annuncia la procedura di revisione del testo dell'ordinanza sulla radiotelevisione (ORTV), da parte del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).
Pubblicati i dati risultanti dalle rilevazioni sugli ascolti radiofonici di Radio Monitor by Eurisko (ultima tornata in attesa della successione della Tavolo Editori Radiofonici srl nell'indagine) e relativi al secondo semestre 2016, dai quali spicca il dato riguardante le emittenti Mediaset: il Biscione arriva a controllare un quarto degli ascolti radiofonici nel giorno medio (attraverso le emittenti di proprietà R101, Virgin Radio e Radio 105 e senza considerare quelle commercializzate: Radio Kiss Kiss, RMC, Subasio e Norba), confermando le preoccupazioni della concorrenza (in particolare di Linus, direttore di Radio Dee Jay).
Negli Stati Uniti, la radio online è la seconda attività più comune nelle app dei dispositivi mobili con il 15% del tempo speso, seconda solo ai social network con il 29% e più diffusa dei giochi con l’11%.
Siamo al delirio: per (tentare di) risolvere il problema dell'insufficienza delle frequenze per lo sviluppo della radiodiffusione sonora in tecnica digitale terrestre (DAB+), Giacomelli inventa la riassegnazione della banda VHF aprendo la porta ad un ginepraio di ricorsi giudiziari da parte di network provider DTT che nell'ultimo quadrimestre 2016 si sono visti assegnare proprio le frequenze che lui vorrebbe ora ridistribuire.
"Sarà convocato a breve dal Sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli un Tavolo per il rilancio del digitale radiofonico e per il riordino delle frequenze, a sostegno di un comparto mai così innovativo come in questa stagione ma che ha necessità di impulsi positivi per una evoluzione tecnologica e industriale".