Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tecnologia, tv ad alta definizione: la Bbc lavora al suono tridimensionale
Mentre i televisori 3D sono appena arrivati sul mercato, gli ingegneri della Bbc stanno gia' lavorando al suono tridimensionale.
L'unita' tecnologica di ricerca e sviluppo della televisione pubblica britannica sta infatti lavorando a un sistema che crei nel telespettatore l'illusione di essere realmente presente a eventi come i concerti, con il suono che proviene da ogni direzione, anche dall'alto e dal basso, in modo ''tridimensionale''. Gli scienziati che sono all'opera su questo progetto hanno annunciato che il nuovo sistema potra' essere sperimentato anche con normali apparecchi radiofonici e televisivi. ''Ci sono molti modi per creare un suono tridimensionale, molti trucchi psicoacustici che fanno sembrare che il suono provenga anche dal basso e dall'alto. Nel caso di un concerto, per esempio, la maggior parte dei suoni dell'orchestra proviene dal davanti, ma il senso di immersione e' dovuto a come la musica rimbalza sulle pareti e sul soffitto'', ha spiegato Anthony Churnside, membro del gruppo di ingegneri impegnato nelle ricerche. Molto probabilmente, il nuovo sistema di audio 3D potrebbe essere disponibile gia' dall'inizio del mese prossimo, associato agli episodi della serie ''Kingdom of Plants'' di David Attenborough, in onda su Sky Atlantic. (AGI)
12/06/2012 07:27
 
NOTIZIE CORRELATE
Il nuovo piano di spesa comporterà tagli, entro il 2022, di oltre 100 milioni di euro. Il governo interviene a supporto della redazione internazionale. Previsto per fine marzo un riassetto editoriale.
Continuano a non vendere in Italia le televisioni di ultima generazione che supportano il 4k a causa della mancanza di contenuti nel paese, anche se Netflix porta attenzione sul mercato.
Non sembrano aver fine i tagli in casa Bbc, società concessionaria in esclusiva del servizio pubblico radiotelevisivo nel Regno Unito, nonché il più grande editore radiotelevisivo inglese con sede a Londra: da febbraio 2016, infatti, Bbc3, il canale dedicato ai giovani, abbandonerà la tv lineare per diventare un canale unicamente on line.
La Bbc annuncia all’orizzonte ulteriori tagli che rischiano di tradursi in almeno 30 mila nuovi licenziamenti all’interno dell’industria televisiva inglese.
L’azienda del Regno Unito pressa gli utenti che si rifiutano di pagare il canone televisivo, che ammonta a 145,5 sterline: “Facciamo bene a fare tutto quello che possiamo” tuonano i vertici.