Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tlc: al via sperimentazione su frequenze 800 MHz (61/69 UHF). Ma tv locali vogliono condividerla
Sta per partire la sperimentazione dei gestori di telefonia che si sono aggiudicati le frequenze della banda degli 800 MHz all'asta che ha fruttato quasi 4 mld alle casse dello Stato.
A quanto apprende l'Adnkronos, il sito e' gia' stato scelto ed e' quello di Torre San Giovanni vicino Roma: l'indicazione e' contenuta in un documento presentato dai gestori telefonici al ministero dello Sviluppo economico dove e' in corso in questi giorni un confronto anche con gli operatori televisivi a livello nazionale. Infatti alla questione rappresentata dalle emittenti locali che devono abbandonare le frequenze come previsto, si aggiunge il nodo rappresentato dalle possibili interferenze che si potrebbero verificare sui canali della banda quarta, dal 61 UHF al 69 UHF, quando il sistema Lte (quarta generazione) andra' a regime. E' questo il principale motivo per cui le emittenti nazionali hanno chiesto di condividere la documentazione presentata dai gestori telefonici. Questo, sempre a quanto si apprende, per poter capire cosa succede in caso di interferenza che per le emittenti va "eliminata" e non semplicemente "mitigata" come nel linguaggio tecnico recita l'impegno dei gestori di tlc. (Adnkronos)
 
15/03/2012 08:13
 
NOTIZIE CORRELATE
L'indagine di customer satisfaction promossa dal Comitato regionale per le comunicazioni (Corecom FVG) nell'anno 2016, che aveva lo scopo di misurare il gradimento degli utenti in merito all'attività di conciliazione obbligatoria in materia di controversie telefoniche, internet e pay tv, ha restituito un quadro molto lusinghiero del servizio offerto.
Si delineano i contorni dell'operazione Mediaset-Retecapri con la quale il Biscione ha acquisito il canale 20 del digitale terrestre televisivo.
Seguendo un trend ormai consolidato che vede l'integrazione delle piattaforme distributive dei contenuti radiofonici anche sui device tv (smart e DTT) in considerazione che la maggioranza degli utenti non dispone più di apparati riceventi FM casalinghi (sicché la fruizione domestica del medium può avere luogo solo attraverso tv, pc o smartphone), Radio Sportiva sbarca sul digitale televisivo terrestre.
Sony approda sulla tv italiana free to air: è recente l’annuncio, infatti, del raggiungimento di un accordo con la TBS di Costantino Federico per la cessione degli lcn 45 e 55, qui quali probabilmente andranno Axn ed Axn Sci-Fi.
Il nuovo operatore telefonico Wind Tre Spa (società con amministratore delegato Maximo Ibarra, creatasi dall’unione di Wind Telecomunicazioni e H3G) chiude il proprio bilancio 2016 in bellezza: con un fatturato di 6.491 milioni di euro, una percentuale di crescita in termini di ricavi del 3,1% e una liquidità di cassa di un miliardo di euro.