Home
HomeRedazioneS.I.T.Archivio Newsletter NLArchivio S.I.T.PubblicitàLink utiliContatti
 
Notizie EditoriaNotizie Giurisprudenza e NormativaNotizie Radio e TVNotizie WebNotizie VarieRaccolta EditorialiSpeciali NL
Tlc e società. I ragazzi salveranno il mondo?
O, almeno, l’Italia? Dopo che il 44° Rapporto del Censis, sulla situazione sociale dell’Italia, ci dice che «tornare a desiderare è la virtù civile necessaria per riattivare la dinamica di una società troppo appagata e appiattita», tocca proprio ai nostri figli salvarci dal declino.
E non solo nel senso ovvio che il futuro è per loro, ma perché i minori sono un po’ il motore delle famiglie italiane. Già oggi. D’altra parte basta leggere i dati riportati dall’Istat e scoprire che se la percentuale della presenza di un PC tra gli ultra 65enni è del 9,8%, le famiglie dove è presente un ragazzo possiedono un PC per l’81,8 %. E possedere un PC, avere l’accesso ad Internet, utilizzare la banda larga significa essere al passo coi tempi, conoscere, sapere per poter fare delle scelte. E’ aumentata la percentuale delle famiglie che possiedono un PC (dal 54,3% al 57,6%), ma Internet non è compreso dal 40,8% delle famiglie. Sono dati preoccupanti. Per tornare agli ultra 65enni, vale la pena ricordare che l’”anziano” di oggi non è più anagraficamente l’”anziano” di ieri e l’alfabetizzazione informatica deve spingersi sempre di più verso questa larga fetta di popolazione, che è ormai maggioritaria ed ancora in grado di essere parte attiva nello sviluppo del Paese. Insomma : un’alleanza nipote-nonno non solo nel clima natalizio in vista dei regali, ma per una formazione informatica che segni l’inizio della ripresa economica. Se l’Italia è “un paese per vecchi”, che almeno sappiano usare Internet … (A.V. per NL)
23/12/2010 18:56
 
NOTIZIE CORRELATE
E' quanto emerge dal 13° Rapporto Censis-Ucsi sulla comunicazione prsenetato a Roma il 28 settembre. Nel merito, la penetrazione di internet aumenta di 2,8 punti percentuali nell'ultimo anno e l'utenza della rete tocca un nuovo record, attestandosi al 73,7% degli italiani (e al 95,9%, cioè praticamente la totalità, dei giovani under 30).
L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti sul nuovo regime di rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni, per i soggetti che non adottano i principi contabili internazionali, nella redazione del bilancio reintrodotta dalla Legge di Stabilità 2014.
Cresce il ruolo di Internet nel mercato della pubblicita’. E’ quanto emerge dal 10* Rapporto Censis/Ucsi sulla comunicazione, promosso da 3 Italia, Mediaset, Mondadori, Rai e Telecom Italia, presentato oggi a Roma presso la Sala Capitolare del Senato da Giuseppe De Rita e Giuseppe Roma, Presidente e Direttore Generale del Censis, e da Renato Schifani, Presidente del Senato della Repubblica.
Commentando i dati dell'ultimo Rapporto Ucsi-Censis sui Media, dal quale risulta che la radio e' l'unico, tra i mezzi di comunicazione di massa tradizionali, a vincere la sfida dei contatti, incrementando la percentuale degli utenti dell'11 per cento negli ultimi nove anni, il Presidente della Rai, Paolo Garimberti, ha detto ''La radio, antica e moderna al tempo stesso, vince perche' si e' tirata fuori dal giornalismo gridato che impera un po' ovunque''.